il mondo unito il sito del non profit

CENTRO STUDI E RICERCA DI DIRITTO FISCALE DELL'ECONOMIA DEL NON PROFIT

E TANTO ALTRO ANCORA
 

 


 ilmondounito@libero.it

Infoline339/77 32 345 - 347/17 96 007 

- 328/ 35  31 764 

 

il mondo unito fornisce al terzo settore un supporto informativo per la risoluzione di problemi di rete; legislazione e tributi, questioni legali, finanziamenti, problematiche:
amministrative, civilistiche, fiscali, contabili, previdenziali, lavorative, ecc. ecc.-  inviaci la tua email - con le tue richieste   

 

PER LA VALORIZZAZIONE DELLE AREE RURALI, dove vivono ed operano quotidianamente le associazioni medio piccole che rappresentano il 90% delle associazioni in Italia. Il modello Eas riscrive la mappa dell'associazionismo italiano

Zone altimetriche

 

Oltre il 40% dei Piccoli Comuni italiani è ubicato in territori di montagna. I PC del Trentino Alto Adige e della Valle d’Aosta sono tutti in zone altimetrica di montagna, come pure oltre il 50% dei PC di Abruzzo, Basilicata, Liguria e Molise.
I PC di collina sono largamente diffusi in Campania, Calabria, Lazio,Marche, Sardegna,Toscana e Umbria.
I PC di pianura sono frequenti soprattutto in Puglia, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia e Veneto.

 

Piccoli comuni

Sono 5.834 i comuni con meno di 5.000 abitanti, pari al 72% dei comuni italiani che sono 8.096
Sono 3.644 i comuni con meno di 2.000 abitanti, pari al 45% del totale
Sono 1.867 i comuni con meno di 2.000 abitanti (23% del totale) che sono a rischio di estinzione
Sono 350 le comunità montane per 4.000 comuni

 

Il 72% degli oltre 8.000 comuni italiani conta meno di 5.000 abitanti. Un'Italia dove vivono 10 milioni e mezzo di cittadini e che rappresenta oltre il 55% del territorio nazionale, fatto di zone di pregio naturalistico, parchi e aree protette. Questi 5.835 piccoli centri non solo svolgono un’opera insostituibile di presidio e cura del territorio, ma sono portatori di cultura, saperi e tradizioni, oltre che fucine di sperimentazione e fattori di coesione sociale. Una costellazione solo apparentemente minore, che brilla per la straordinaria varietà ambientale e per l'inestimabile patrimonio artistico custodito.
Ricchezze ad oggi poco note e perciò da valorizzare.

Vi sono 474.765 istituzioni non profit attive in Italia; di queste associazioni solo cento riescono a districarsi,  tra la seguente modulistica Decreto dirigenziale, Budget, Formulario, Domanda Ammissione, Tabella Parametri Costi, Dichiarazione di consenso al trattamento dei dati, Questionario, Informativa, Autocertificazione, Avviso di selezione, ecc, ecc.

Le forme associative connotate nei piccoli comuni Italiani rimangono spesso in funzione solamente nei primi anni di vita, durante il mandato degli amministratori che l’hanno creato l’ente, con la cessazione di questi e/o i cambiamenti di amministrazione, esse spesso smettono di funzionare efficacemente. I rapporti dei piccoli Comuni con i Comuni più grandi, sentito come squilibrato a netto vantaggio di quest’ultimi, numerose sono le cause che determinano la chiusura delle associazioni.

• Le problematiche dei piccoli Comuni: Bilancio, Personale, Segretario Comunale, Spesa pubblica, esiguità di fondi da destinare a progetti di rilevanza sociale etc…

• Come mantenere le realtà comunali insieme alla funzionalità dei servizi;

• Come stimolare l’associazionismo fra i piccoli comuni e farne capire l’importanza. Particolarmente significative sono le convenzioni che consentono di non avere vincoli.

• I problemi nei rapporti con la Regione.


Con il nostro
Progetto Comunica(in)azione, generiamo in tempi brevi progetti web accessibili molto evoluti. Il servizio di consulenza on line, offre la possibilità e permette di porre un quesito sul Terzo Settore ad associazioni presenti Allein provincia di Asta, ad Armungia provincia di Cagliari, ad Calavano, provincia di Trento, isola delle femmine Palermo, rompendo l’isolamento dei luoghi impervi e isolati, permettendo a tutti gli operatori del Non Profit, di avere la stessa possibilità dei loro colleghi fortunati ad operare in comuni densamente popolati, dove viene svolta tutta la formazione per le O.N.P. Soluzioni altamente competitive, da un punto di vista tecnico ed economico. Una piccola associazione presente ed operante nei piccoli comuni Italiani non può frequentare corsi di formazione, per professionalizzare la sua attività, vista che la formazione classica è svolta solo nelle grandi regioni, province e nelle grandi città, si pensi a Roma, Torino, Milano, Forlì, Bologna, in orari e giorni proibitivi, visto che la piccola associazione e presa a risolvere problematiche complesse, non potrà mai seguire i corsi o le consulenze specifiche.

Le motivazioni alla base della mancata partecipazione sono:

non sono state contattate, non è stato possibile conciliare l’impegno richiesto con le altre attività, non abbiamo ritenuto utile la nostra partecipazione, non eravamo interessati,

Le criticità emerse durante la partecipazione alla programmazione zonale sono,

difficoltà di comunicazioni con le istituzioni, difficoltà di conciliare tempi ed orari con gli altri impegni, difficoltà di riconoscimento del nostro ruolo, difficoltà di interazione con gli attori coinvolti, difficoltà di compensazione dei linguaggi tecnici, difficoltà di individuazione dei bisogni emergenti del territorio, difficoltà di interpretare il ruolo assegnato, difficoltà organizzative, difficoltà di comprensione del senso del processo programmatorio, difficoltà di individuazione delle risposte ai bisogni inespressi,

 

Anche le associazioni presenti ad Agosta, Airasca, Basiano, Dovadola, Camugnano, hanno le stesse esigenze, di formazione, consulenza, progettazione ma non possono risolverle visto la lontananza dai grandi centri urbani.

 

Il volontariato deve essere intessuto nella società  civile. Per non essere forza marginale deve esserci con una presenza altamente qualitativa. E ciò si ottiene anche con i finanziamenti che consentono di sviluppare i progetti, le competenze, le professionalità e le attività delle organizzazioni di volontariato.... Questa la premessa alla base dell'associazione il mondo unito

 

Il servizio di consulenza on line dell'associazione il mondo unito è svolto in tutta Italia, attraverso e-mail, Ambito territoriale; tutta Italia senza distinzioni tra Comuni, Province, Regioni, con particolare riferimento a quei comuni con meno di 5.000 abitanti che sono 5.885 (su di un totale di poco più di 8.000, pari al 72%) mentre quelli giudicati a rischio di estinzione sono 2.830. Con adeguate risorse per l'Orientamento, e il Lavoro –

La Campania ha 338 piccoli comuni pari al 61% dei 551 comuni della regione. La Provincia di Napoli ha 92 Comuni tra questi 11 sono piccoli Comuni con meno di 5,000 abitanti

 

Provincia

Comuni

Piccoli Comuni

Avellino

119

100

Benevento

78

69

Caserta

104

49

Napoli

92

11

Salerno

158

109

Totale

551

338

 

 

tra cui Carbonara di Nola, Casamarciano, Casola di Napoli, Comiziano, Lacco Ameno, ma le stesse isole di Procida, di Ischia e di Capri vengono tagliate fuori dalla formazione e dalla consulenza del Terzo Settore,
la nostra attività vuole avere un
Radicamento nell’ ambito territoriale;

ridisegnare il piano regolatore socio-assistenziale, preparare cioè una nuova programmazione regionale sulla base della previsione dei fabbisogni INESPRESSI DEL TERRITORIO.

 

Le collaborazioni che nasceranno riguarderanno servizi di sportelli informativi, la valorizzazione ed I'empowemment di risorse umane e la promozione di attività e progetti, di consulenza e formazione. Un insieme di competenza che le associazioni potranno utilizzare per promuovere la partecipazione nelle sue diverse dimensioni antropologiche, culturali, motivazionali, contenutistiche coinvolgendo attivamente e valorizzando la dimensione dei volontariato nei diversi territori di appartenenza.

 

Incidenza dei piccoli comuni in Italia per regioni.

 

N.


 

Regione

Numero Province

Numero Comuni

di cui Piccoli Comuni
V.A             %

Nord   Centro

Sud      Isole

Totale per Regione

1

Abruzzo

4

305

251

82%

 

 

sud

 

251

2

Basilicata

2

131

99

76%

 

 

sud

 

99

3

Calabria

5

409

326

80%

 

 

sud

 

326

4

Campania

5

551

334

61%

 

 

sud

 

334

5

Emilia Romagna

9

341

153

45%

nord

 

 

 

153

6

Friuli Venezia Giulia

4

218

157

72%

nord

 

 

 

157

7

Lazio

5

378

253

67%

 

centro

 

 

253

8

Liguria

4

235

183

78%

nord

 

 

 

183

9

Lombardia

11

1.546

1093

71%

nord

 

 

 

1093

10

Marche

4

246

178

72%

 

centro

 

 

178

11

Molise

2

136

124

91%

 

 

sud

 

124

12

Piemonte

8

1.206

1072

89%

nord

 

 

 

1072

13

Puglia

5

258

85

33%

 

 

sud

 

85

14

Sardegna

8

377

313

83%

 

 

 

isole

313

15

Sicilia

9

390

198

51%

 

 

 

isole

198

16

Toscana

10

287

135

47%

 

centro

 

 

135

17

Trentino Alto Adige

2

339

307

91%

nord

 

 

 

307

18

Umbria

2

92

60

65%

 

centro

 

 

60

19

Valle d'Aosta

1

74

73

99%

nord

 

 

 

73

20

Veneto

7

581

314

54%

nord

 

 

 

314

 

Comuni

 

 

 

 

4.540

1.003

1.790

767

8100

 

Piccoli Comuni

 

 

 

 

3.352

626

1.219

511

5708

 

Totale

107

8100

5708

70%

8

4

6

2

20

 

Distribuzione dei Piccoli Comuni per regione

 

Regioni

Comuni

Piccoli Comuni

% piccoli

comuni

Numero Regioni

Numero Province

Montagna

 

Collina

Pianura

Metropolitani

Urbani

Non Urbani

Nord  

4.540

3.352

75,76

8

46

P.C.1464

P.C. 985

P.C. 903

P.C. 370

P.C. 642

P.C. 2340

Centro

1.003

626

64,01

4

21

P.C. 231

P.C. 393

P.C. 2

P.C. 69

P.C. 75

P.C. 482

Sud     

1.790

1.219

68,44

6

23

P.C. 548

P.C. 604

P.C. 67

P.C. 84

PC. 264

P.C. 871

Isole

767

511

71,88

2

17

P.C. 107

P.C. 346

P.C. 58

P.C. 198

P.C. 25

PC. 288

Totale

8100

5708

100 %

20

107

2,350

2,328

1,030

721

1006

3.981

 

Distribuzione dei Piccoli Comuni per tipologia e regione

 

N.


 

Regione

Numero Province

Numero Comuni

Zone

di cui Piccoli Comuni
V.A             %

Metropolitani
V.A      %
P.C.

Urbani
V.A      %
P.C.

Non Urbani
V.A.  
%
P.C.

Totale per Regione

1

Abruzzo

4

305

sud

251

82%

0

0

49

19,52

202

80,48

251

2

Basilicata

2

131

sud

99

76%

0

0

20

20,20

79

79,80

99

3

Calabria

5

409

sud

326

80%

72

22,09

63

19,33

191

58,59

326

4

Campania

5

551

sud

334

61%

10

2,99

69

20,66

255

76,35

334

5

Emilia Romagna

9

341

nord

153

45%

18

11,76

44

28,76

91

59,48

153

6

Friuli Venezia Giulia

4

218

nord

157

72%

2

1,27

32

20,38

123

78,34

157

7

Lazio

5

378

centro

253

67%

60

23,72

22

8,70

171

67,59

253

8

Liguria

4

235

nord

183

78%

51

27,87

16

8,74

116

63,39

183

9

Lombardia

11

1.546

nord

1093

71%

38

3,48

280

25,62

775

70,91

1093

10

Marche

4

246

centro

178

72%

0

0

24

13,48

154

86,52

178

11

Molise

2

136

sud

124

91%

0

0

39

31,45

85

68,55

124

12

Piemonte

8

1.206

nord

1072

89%

253

23,60

169

15,76

650

60,63

1072

13

Puglia

5

258

sud

85

33%

2

2,35

24

28,24

59

69,41

85

14

Sardegna

8

377

isole

313

83%

50

15,97

14

4,47

249

79,55

313

15

Sicilia

9

390

isole

198

51%

148

74,75

11

5,56

39

19,70

198

16

Toscana

10

287

centro

135

47%

9

6,67

18

13,33

108

80,00

135

17

Trentino Alto Adige

2

339

nord

307

91%

0

0

41

13,36

266

86,64

307

18

Umbria

2

92

centro

60

65%

0

0

11

18,33

49

81,67

60

19

Valle d'Aosta

1

74

nord

73

99%

0

0

0

0

73

100,00

73

20

Veneto

7

581

nord

314

54%

8

2,55

60

19,11

246

78,34

314

 

Totale

107

8100

 

5708

70%

721

12,63

1006

17,62

3.981

69,74

5708

 

Ripartizione dei Piccoli Comuni per Zona altimetrica e Regione Zone altimetriche

 

 

 

 

 


 

Regione

Numero Province

Numero Comuni

Zone

di cui Piccoli Comuni
V.A             %

Montagna

V.A            %

Collina

 

V.A     %

Pianura

 

V.A             %

Totale per Regione

1

Abruzzo

4

305

sud

251

82%

153

60,96

98

39,04

0

0,00

251

2

Basilicata

2

131

sud

99

76%

67

67,68

32

32,32

0

0,00

99

3

Calabria

5

409

sud

326

80%

131

40,18

189

57,98

6

1,84

326

4

Campania

5

551

sud

334

61%

110

32,93

215

64,37

9

2,69

334

5

Emilia Romagna

9

341

nord

153

45%

59

38,56

58

37,91

36

23,53

153

6

Friuli Venezia Giulia

4

218

nord

157

72%

57

36,31

34

21,66

66

42,04

157

7

Lazio

5

378

centro

253

67%

111

43,87

141

55,73

1

0,40

253

8

Liguria

4

235

nord

183

78%

99

54,10

84

45,90

0

0,00

183

9

Lombardia

11

1.546

nord

1093

71%

434

39,71

213

19,49

446

40,81

1093

10

Marche

4

246

centro

178

72%

41

23,03

137

76,97

0

0,00

178

11

Molise

2

136

sud

124

91%

79

63,71

45

36,29

0

0,00

124

12

Piemonte

8

1.206

nord

1072

89%

330

30,78

531

49,53

211

19,68

1072

13

Puglia

5

258

sud

85

33%

8

9,41

25

29,41

52

61,18

85

14

Sardegna

8

377

isole

313

83%

34

10,86

224

71,57

55

17,57

313

15

Sicilia

9

390

isole

198

51%

73

36,87

122

61,62

3

1,52

198

16

Toscana

10

287

centro

135

47%

59

43,70

75

55,56

1

0,74

135

17

Trentino Alto Adige

2

339

nord

307

91%

307

100,00

0

0,00

0

0,00

307

18

Umbria

2

92

centro

60

65%

20

33,33

40

66,67

0

0,00

60

19

Valle d'Aosta

1

74

nord

73

99%

73

100,00

0

0,00

0

0,00

73

20

Veneto

7

581

nord

314

54%

105

33,44

65

20,70

144

45,86

314

 

Totale

107

8100

 

5708

70%

2,350

41,17

2,328

40,78

1,030

18,04

5708

 

le vostre osservazioni e segnalazioni sui nostri servizi saranno da noi utilizzate per migliorare il servizio offerto