il mondo unito il sito del non profit

CENTRO STUDI E RICERCA DI DIRITTO   FISCALE DELL'ECONOMIA DEL NON PROFIT

E TANTO ALTRO ANCORA
 


 ilmondounito@libero.it

Infoline339/77 32 345 - 347/17 96 007 

- 328/ 35  31 764 

 

il mondo unito fornisce al terzo settore un supporto informativo per la risoluzione di problemi di rete; legislazione e tributi, questioni legali, finanziamenti, problematiche:
amministrative, civilistiche, fiscali, contabili, previdenziali, lavorative, ecc. ecc.-  inviaci la tua email - con le tue richieste  

 

FAQ - Domande e Risposte

QUESITO N.183 >>>  Abbiamo avuto una verifica fiscale dalla SIAE nel mese di ottobre 2014 per gli anni 2011/2014 secondo semestre. Ora riceviamo, quindi a 5 mesi di distanza, un'altra verifica da parte dell'Agenzia delle Entrate per l'annualità 2012 per la quale, comunque, la siae aveva già emesso verbale di constatazione. E' normale?
 
QUESITO N.182 >>> Sono stato presidente di una ASD nel 2009/2010, mi sono dimesso nel 2010 con regolare raccomandata con ricevuta di ritorno, in mio possesso, spedita alla società, alla figc competente e alla banca. Dopo un accertamento dell'Agenzia delle entrate mi sono accorto che ancora risulto come rappresentante legale. In mio possesso ho un documento/censimento della figc che attesta il nuovo presidente dal 2011 ma all'Agenzia non risulta. Sono andato all'Agenzia delle entrate e mi hanno solo fatto allegare per conoscenza tutti i documenti che (dimissioni con rr, doc/censimento figc, documento d'identità, autodichiarazione del fatto successo) ma non mi hanno fatto variare il nome del presidente perché dovrebbe essere lui a farlo. Tutto questo poiché il signor x non si fa trovare né sentire. La società in merito non esercita più dall'anno scorso.
La mia domanda è: come posso fare per non risultare più come rappresentante legale, per evitare ulteriori accertamenti, se non ho in mano né il rapporto dell'assemblea né i documenti del nuovo presidente? A chi mi posso rivolgere? Devo fare qualche denuncia?
 
QUESITO N.181 >>>  Sono presidente di un Asd, con P.I. e C.F. dal 2012 e regolare registrazione presso l'Agenzia delle Entrate, che sta disputando il campionato di calcio provinciale UISP. Per la prossima stagione vorremmo aderire alla FIGC e quindi iscriverci al campionato di Terza categoria. Quali obblighi fiscali oobbiamo ottemperare per il passaggio alla nuova federazione?
 
QUESITO N.180 >>> La nostra società sportiva  dopo verifica dei documenti amministrativi e fiscali da parte dell'Agenzia delle Entrate di Chieti, ha ricevuto un avviso di accertamento per l'anno 2010 nel quale si inibiscono le agevolazioni ai sensi della L. 398/1991 con ricalcolo a tassazione IRES, IRAP E IVA come un normale Ente non-commerciale tutti i proventi. La decisione ed il diniego scaturisce dalla mancata registrazione allo stesso ufficio dell'atto costitutivo e dello Statuto,  e (da loro indagini) la mancata iscrizione al Registro Telematico del CONI. Secondo nostre informazioni il presupposto di iscrizione al CONI è da non mettere in dubbio in quanto la nostra società partecipa regolarmente da anni al campionato FIGC Abruzzo e la mancanza di registrazione dello Statuto non può superare la prova ed il comportamento concludente. Si precisa tra l'altro che la società è in possesso di regolare partita IVA, ha depositato in sede di inizio attività la richiesta di agevolazione ai sensi della 398 agli uffici preposti e ha presentato nei termini di scadenza modello EAS. Registra regolarmente le operazioni commerciali negli appositi registri per le Associazioni Sportive, ha regolare tenuta del conto corrente bancario con nessuna operazione oltre i limiti di legge per operazioni contanti. Chiediamo se la pretesa dell'Ufficio è fondata, poichè è nostra intenzione impugnare l'avviso di accertamento.
 
QUESITO N.179 >>> Sono stato Consigliere di una ASD chiusa nel 2010. Oggi mi arriva dall'Agenzia delle Entrate una lettera che mi dice che nel 2009 e 2010 non è stata versata l'IVA. Chiama in causa anche me perché avevo fatto prelievi in Banca in quanto avevo la delega del Presidente che si trovava sempre fuori sede. Se l'Associazione ha chiuso nel 2010 può, dopo 4 anni, l'Agenzia delle Entrate pretendere quei soldi? Devo risponderne anche io o soltanto il Presidente?
 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

QUESITO N.178 >>> Quando un verbale dei soci è nullo o annullabile di fronte al fisco?

 

QUESITO N.177 >>> Nel 2013 è stato fatto un verbale relativo all'anno 2009. Vorrei sapere chi è il responsabile per il pagamento di un eventuale accertamento emesso dal fisco, tenendo presente che nel 2009 il presidente era "tizio", nel 2011 era "caio", e nel 2014 è entrato in carica il presidente attuale. L'avviso di accertamento a chi verrà inviato? Il nuovo presidente lo potrebbe rifiutare?

 

QUESITO N.176 >>> Ho un po di difficoltà nel capire i tempi e le scadenze degli adempimenti fiscali che l' Associazione deve fare. Noi siamo registrati come ASD e abbiamo la chiusura del bilancio al 30/06. Quando dobbiamo presentare il modello 770? Quando il Modello UNICO? E lo spesometro?

 

QUESITO N.175 >>> Mi è stato richiesto di entrare a far parte di una ASD calcistica (Settore Giovanile) come Socio. Le richiedo a quali responsabilità vado incontro  come socio
(amministrative,civili, penali...). Per poter seguire i ragazzi in campo ( es. Guardalinee) quale incarico debbo ricoprire all'interno della società ?

 

QUESITO N.174 >>> Tante persone che vengono da noi a tesserarsi lo fanno solo per ricevere la tessera che permette loro di avere degli sconti presso comprensori sciistici convenzionati (circa il 40%). Il rimanente 60% partecipa alle nostre attività. Finora abbiamo trattato allo stesso modo tutti i tesserati che hanno firmato un modulo di richiesta a socio per cui davanti a noi sono tutti soci. Il 100% è stato tesserato oltre che alla nostra associazione, anche ad una Federazione. La mia domanda: è possibile non considerare soci quel 40% che richiede solamente la tessera associativa e chiamarli dunque con altro modo? Tesserati? Simpatizzanti?

 

QUESITO N.173 >>> Cosa accade laddove non si rispetti la regola cui tutte le operazioni di importo pari o superiore a Euro 516,46 (incassi o pagamenti) devono essere effettuate esclusivamente attraverso c/c bancari o postali o altre modalità purché tracciabili, nel caso di accertamenti da parte dell'AGENZIA DELLE ENTRATE? Quali possono essere le sanzioni?

 

QUESITO N.172 >>> Avrei un quesito da esporre in merito ad una ASD CALCIO in regime di 398/91. La domanda è la seguente: se la Società in oggetto non ha presentato per un anno l'UNICO ENC, in caso di controllo dall'Agenzia delle Entrate cosa rischia?Possono togliere  la legge 398/91?

 

QUESITO N.171 >>> La risposta al quesito n.156 è errata. Per beneficiare delle agevolazioni lo Statuto deve essere registrato e senza registrazione è impossibile l'iscrizione al registro del CONI.

 

QUESITO N.170 >>> Da poco tempo redigo la contabilità di una ASD e ho un dubbio: la parte di IVA che forfettariamente detraggo per i redditi diventa sopravvenienza attiva? E pertanto devo pagarci solo l'IRES?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

QUESITO N.169 >>> L'ufficio delle entrate ha notificato un avviso di accertamento per l'anno 2008 al sottoscritto più altri tre consiglieri, in quanto il presidente non si è fatto trovare. La mia richiesta è: fino a che punto io, consigliere, e gli atri siamo responsabili? L'uffico delle entrate è risalito a noi in quanto delegati presso la LND.
 
QUESITO N.168 >>> Un consigliere si puo' di mettere dalla carica e rivestire la stessa carica in un'altra società ? Inoltre un giocatore da noi tesserato puo' andare a giocare nel campionato Uisp? Bisogna svincolarlo?
 
QUESITO N.167 >>> Ho letto il quesito n. 156 e la relativa risposta. Vorrei chiedere a migliore specificazione se per aderire al regime L 398/91 è necessario o meno che lo Statuto sia registrato presso Agenzia delle Entrate oppure se è sufficiente la forma scritta.
 
QUESITO N.166 >>> Abbiamo una ditta amica che ci aiuta con una sponsorizzazione ed una pubblicità. La SIAE afferma che tutta la somma deve essere considerata sponsorizzazione con i relativi versamenti dell'IVA del 90%.
 
QUESITO N.165 >>> Un avviso di accertamento notificato al vecchio rappresentante legale di un'associazione sportiva dilettantistica è da ritenersi annullabile attraverso la proposizione di istanza e/o ricorso in Commissione tributaria? A tal proposito, oltre alla Sentenza del 12/11/2010, n.23000, ve ne sono altre che trattano tale problematica?
 
QUESITO N.164 >>> In riferimento al quesito nr.162 il nostro intento è quello di sapere se passando alla contabilità semplificata dal 2013 (siamo in regime L.398/91 dal 2006) le fatture di spese menzionate (spese pubblicitarie, sponsorizzazione con fattura emessa da altra asd con lo stesso scopo sociale che ci organizza il trofeo da noi gestito, acquisto di pneumatici e materiale pubblicitario) possono essere portate in deduzione ai fini iva ed Ires?
 
QUESITO N.163 >>> Una persona è stata il presidente di una società sportiva dilettantistica (avente ad oggetto campionati di pallavolo) e oggi viene chiamato a rispondere del risarcimento dei danni nei confronti di un giocatore per mancato pagamento del corrispettivo e per il risarcimento del danno esistenziale e d'immagine subito (avendo dovuto giocare in un sodalizio inferiore). 
Consapevole della responsabilità del ruolo chiedo: un Presidente risponde col suo patrimonio anche se la squadra ha giocato solo le prime partite del campionato e poi deciso di abbandonare? Ed ancora, può essere chiamato a rispondere del danno esistenziale e d'immagine ed al pagamento del mancato corrispettivo (contrattualmente previsto) se ha cmq svolto attività altrove e quindi percepito un reddito?
 
QUESITO N.162 >>> Salve, siamo un ASD moto con regime di contabilità forfettario L.389/91 in quanto ne abbiamo i requisiti, annualmente emettiamo ed incassiamo alcune fatture di sponsorizzazione con le quali copriamo le spese per l'organizzazione di un trofeo da noi organizzato pagando le relative tasse (50% iva e 3% ires), premesso che questi sono gli unici incassi commerciali oltre alle quote sociali che incassiamo e paghiamo allo stesso prezzo. Dal 2013 vorremmo passare al regime semplificato in quanto abbiamo spese che coprono l'ammontare degli incassi annuali e pertanto sarebbe più conveniente, ma ci sorge un dubbio sulla deducibilità delle spese in quanto non riusciamo a inquadrare se queste siano da imputare all'attività istituzionale o a quella commerciale, in sintesi le spese che affrontiamo sono le seguenti: spese pubblicitarie , spese di sponsorizzazione con fattura emessa da altra asd con lo stesso scopo sociale che ci organizza il trofeo da noi gestito, acquisto di pneumatici e materiale pubblicitario per il nostro sponsorizzato. Possono queste spese essere dedotte? in questo modo non pagheremmo né iva né ires. Potreste darci un chiarimento in merito?
 
QUESITO N.161 >>> La nostra ssd è nata alcuni anni fa ed aveva una partita Iva aperta fin dall'inizio, ma sulla quale non sono state fatte operazioni nè attive nè passive, nè tantomeno sono state mai presentate dichiarazioni Iva e Modello Unico Enc. 
- nell'ottobre 2012 abbiamo emesso i primi biglietti per la visione delle partite, cosa che è continuata anche nel 2013; 
- nell'agosto 2013 abbiamo avuto la registrazione al CONI; 
- successivamente abbiamo inviato comunicazione alla Siae per poter usufruire della legge n.398/1991. 
Il quesito è il seguente: possiamo usufruire del regime agevolato anche per il periodo ottobre-dicembre 2012 e successivamente per il 2013, oppure dobbiamo attendere il nuovo anno 2014 per poter gestire con la legge n.398/1991?
 
QUESITO N.160 >>> Nel costituire una a.s.d. una persona appartenente alle Forze Armate o Forze di Polizia, può essere nominato Presidente o tesoriere della stessa? Esistono cioè impedimenti istituzionali?
 
QUESITO N.159 >>> Qual'è il trattamento fiscale dei rimborsi forfettari (non a piè di lista) corrisposti a dirigenti che rivestono anche la qualifica di socio di una a.s.d., ed ai quali è stato attribuito specifico incarico per le loro prestazioni finalizzate sia alla realizzazione dell'evento sportivo, sia per le mansioni amministrative. Più precisamente si chiede di conoscere se detti rimborsi forfettari possano essere considerati dal fisco come distribuzione indiretta di utili ai soci.
 
QUESITO N.158 >>> A fronte di una accertamento di circa 100.000 euro su annualità in cui non vi era in carica l'attuale presidente, il presidente e la società si chiedono: 
1) che futuro avrà ora la a.s.d.? 
2) i soldi verranno chiesti alla a.s.d.? Al vecchio Presidente? All'attuale? 
3) potrebbe valere la pena chiudere l'attuale a.s.d. e partire con una s.s.d. a responsabilità limitata oppure fare offi una trasformazione in s.s.d. a r.l.? 
4) ma sarebbe comunque possibile chiudere l'attuale a.s.d. con un accertamento così pesante? 
5) è possibile proseguire normalmente in presenza di un accertamento del genere con una gestione amministrativa corretta da quando è in carica il nuovo presidente?
 
QUESITO N.157 >>> Appartengo ad una asd che pratica softair. Mi è stato chiesto di prendere il posto del nostro presidente dimissionario, ma ho qualche dubbio. La nostra asd è registrata presso il CONI ed ha regolare codice fiscale, con sede presso l'abitazione del vecchio presidente; dobbiamo cambiare codice fiscale? Non evendo una sede vera e propria, ma solo un indirizzo per recapito di lettere e comunicazioni, non esistono bollette. C'è il rischio che durante controlli fiscali possano essere sollevati dubbi o multe? Non esiste nulla di natura economica (e quindi non abbiamo partita iva). Risulta corretto avere solo un registro contabile con entrate ed uscite? Eventuali saldi in attivo come vanno gestiti?
 
QUESITO N.156 >>> Sono nel consiglio direttivo di una A.s.d. che non ha mai registrato lo Statuto. Lo Statuto è comunque redatto in forma scritta riportato nel libro verbali assemblee e reca i principi dell'art. 90 commi 17 e 18 della legge 289/2002. Vorrei sapere è è possibile accedere al regime della Legge 398/1991 oppure se anche per questa agevolazione fiscale è necessaria la forma della scrittura privata autenticata. L'ASD rispetta gli altri requisiti richiesti compresa l'affiliazione al Coni.
 
QUESITO N.155 >>> Associazione sportiva dilettantistica srl esercizio sociale 01.07.11 - 30.06.12 ha superato il limite dei 250.000 Euro rif. agevolazione L.398/91 e ha presentato due dichiarazioni distinte per periodo agevolato (fino al 31/03/12)e per periodo ordinario (dal 01/04/12 al 30/06/12). Nel secondo periodo (ordinario 01.04 - 30.06) non ha prodotto ricavi commerciali. Chiedo se per l'esercizio successivo 01.07.12 - 30.06.13 posso usufruire del regime agevolato L.398 (non avendo per il periodo in esame superato la soglia dei 250.000 Euro) o se invece devo proseguire la gestione nei modi ordinari. Ovvero la soglia dei 250.000 Euro è intesa per periodo d'imposta precedente (quindi 01.04/30.06) oppure per esercizio sociale precedente (quindi la somma dei due periodi)?
 
QUESITO N.154 >>> Un nostro calciatore ha percepito mensilmente (dal 31/01/2012 al 31/05/2012 e dal 01/09/2012 al 31/12/2012) 2.000,00 euro, di cui 750,00 come rimborso spese. Quando va pagata la ritenuta, mensilmente al superamento dei 750,00 oppure al superamento dei 7.500,00 complessivi?
 
QUESITO N.153 >>> La mia società ha la prima squadra in prima categoria, una società a noi vicina mi chiede di poter gestire la loro squadra di terza categoria in quanto sono in difficoltà. Dando per scontato che loro a fine anno si scioglieranno, possiamo noi avere due squadre in due campionati diversi?
 
QUESITO N.152 >>> Dovendo presentare al Comune il consuntivo della stagione 2012/2013, per giustificare le spese per le trasferte e i rimborsi spesa a Giocatori e Allenatore, compiliamo un prospetto per singola persona indicando le somme erogate, scriviamo che il rimborso è avvenuto ai sensi della legge n.80 del 25/03/1986 e del D.L. n.41 del 23/02/1995 e successive modificazioni ed integrazioni. Infine applichiamo la marca da bollo. La procedura usata è corretta?
 
QUESITO N.151 >>> Una asd che opera in regime di 398, deve comunque tenere a disposizione dell'Agenzia delle Entrate, in caso di accertamento, per giustificare le spese, eventuali fatture passive, di qualsiasi natura? Se sì, gli scontrini fiscali per acquisto giornaliero di materiali vari (pulizia mauntenzione, logistici, ecc...) sono validi?
 
QUESITO N.150 >>> Un’associazione sportiva dilettantistica priva di riconoscimento giuridico e con difficoltà finanziarie per sostenere le spese necessarie alla partecipazione al campionato di categoria, ha intenzione di fondersi con un’altra associazione sportiva dilettantistica anch'essa priva di riconoscimento giuridico, che svolge la stessa attività nel medesimo Comune. 
In proposito, si chiede di conoscere come vengono trattati i debiti esistenti prima della fusione in entrambi i seguenti casi consentiti: 
1) fusione per incorporazione - i debiti della associazione "incorporata" si trasferiscono obbligatoriamente a carico della associazione "incorporante"? Non avendo quest'ultima il riconoscimento giuridico, possono essere chiamati a rispondere per il loro pagamento anche i dirigenti della associazione incorporante (art.38 c.c.)? 
2) fusione vera e propria con estinzione di entrambe le associazioni e nascita di una nuova associazione - i debiti di una o di entrambe le associazioni che partecipano alla fusione si trasferiscono obbligatoriamente a carico della nuova associazione? Ed i dirigenti della nuova associazione possono essere chiamati a rispondere per il loro pagamento sempre in virtù dell'art.38 del c.c.? 
Infine, è consentita la fusione tra una a.s.d. priva di riconoscimento giuridico e una a.s.d. con riconoscimento giuridico (es. società sportiva a r.l.)? E in caso affermativo, quali sono le procedure da seguire e, anche in questo caso, qual è il trattamento dei debiti pregressi?
 
QUESITO N.149 >>> Nel 2012 abbiamo trasformato la nostra asd in ssd a r.l.. Dal punto di vista fiscale abbiamo adottato il regime previsto dalla 398. Per quanto concerne la tenuta contabile quale criterio va utilizzato, quello di competenza o di cassa? Inoltre, ai nostri atleti vengono erogati due tipologie di compensi: 1) rimborso spese; 2) compensi che rientrano nel plafond dei 7.500 euro. Il modello 770 va compilato solo per quest'ultimi?
 
QUESITO N.148 >>> A fine stagione sportiva vorremmo fare una fusione tra la nostra ASD - che fa esclusivamente calcio a 5 - ed un'altra che opera quasi esclusivamente nei campionati giovanili di calcio a 11. E' possibile costituire una Polisportiva all'interno della quale vi sono 2 soggetti giuridici, con diverse partite iva e diversi rappresentanti legali, uno che opera nel calcio a 5 e l'altro nel calcio a 11, mantenendo comunque lo stesso codice di affiliazione? Se la risposta è affermativa, quali procedure bisogna mettere in atto?
 
QUESITO N.147 >>> Seguo da poco una ASD e verificando lo statuto registrato, prestampato, ho notato che "L'esercizio sociale chiude il 30 giugno di ogni anno". Poichè la ASD è stata costituita a luglio 2012 mi sto comportando così: 
- Versamento dell'IVA forfettaria trimestralmente calcolando il 50 o 90 per cento;
- Compilazione del modello UNICO ENC, prendendo in considerazione le fatture emesse nel periodo luglio 2012/giugno 2013, allegando anche il modello VO IVA per l'opzione del regime 398/91. 
Se tale comportamento è corretto ho tempo fino a marzo 2014 per inviare il modello Unico?
 
QUESITO N.146 >>> Sono dirigente di una società sportiva dilettantistica che possiede un furgone per portare i nostri ragazzi. Abbiamo sottoscritto dei contratti di pubblicità con alcune aziende della nostra zona inserendo il nome delle suddette imprese sulle fiancate del nostro pulmino. E' giusto considerare tale prestazione come pubblicità, o si tratta invece di sponsorizzazione?
 

QUESITO N.145 >>> Sono il presidente di una A.S.D.. Sullo statuto ci sta scritto che svolge attività nel calcio, come faccio a cambiare e magari mettere come promozione di tutti gli sport? Devo cambiare statuto e pagare all'agenzia delle entrate la variazione o va bene semplicemente un verbale di assemblea?

 

QUESITO N.144 >>> Sono presidente di una ASD di Basket, dunque affiliata alla FIP, pertanto tutti i nostri atleti, che pagano una quota di frequenza, sono tesserati per la FIP. Posso considerarli tesserati e non soci? Che differenza esiste tra un socio e un tesserato?

 

QUESITO N.143 >>> Due a.s.d. hanno proceduto ad una fusione dalla quale è sorta una nuova a.s.d.. Si chiede se le vecchie società vanno chiuse e riaperta una completamente nuova che deve ottemperare a tutte le formalità relative. 
1) l'iscrizione al CONI se va rifatta completamente? 
2) la Partita Iva deve essere cambiata? 
3) una delle vecchie a.s.d. ha dei crediti per la destinazione del 5xmille; come è possibile recuperarli?

 

QUESITO N.142 >>> Sono l'ex presidente di una associuazione ormai chiusa ma volevo fare il seguente quesito una trasformazione da asd a ssd comporta la perdita di responsabilita economica del presidente verso terzi da quando la ssd è stata costituita in avanti, oppure da quando la ssd è stata costituita la pedita di responsabilita del presidente riguarda anche il pregresso?

 

QUESITO N.141 >>> Sono un rappresentante di una ASD e volevo sapere se in una associazione è possibile avere un co-presidente, ossia due persone con la stessa carica di presidente.

 

QUESITO N.140 >>> La nostra associazione vorrebbe rimborsare agli atleti che nelle partite in trasferta (al di fuori del territorio comunale) utilizzano il proprio mezzo di trasporto, un rimborso chilometrico. Questi tipi di rimborso devono essere certificati e inseriti nel Mod. 770 o non rientrano in tale disciplina? Se non rientrano ci limitiamo a registrare l'uscita nel rendiconto?

 

QUESITO N.139 >>> Il consiglio direttivo dell'associazione mi vuole nominare presidente della stessa ma chi diventa presidente di un associazione eredita tutti i debiti della stessa.  Vorrei sapere se prima di diventare presidente posso cambiare partita iva e codice fiscale dell'associazione? Vorrei essere sicuro di partire senza debiti con l'agenzia delle entrate.

 

QUESITO N.138 >>> Siamo obbligati al possesso della PEC (Posta Elettronica Certificata)?

 

QUESITO N.137 >>> C'è incompatibilità nel doppio ruolo di "presidente" sia di una ONLUS che di una A.S.D.?

 

QUESITO N.136 >>> Siamo un gruppo sociale con attività sportiva e culturale, con l'opzione della legge 398/91. Da due anni non è stato effettuato il tesseramento dei soci. Non abbiamo nemmeno il registro dei soci. Dal 2008, soltanto nell'anno 2010 è stata fatta l'Assemblea dei soci, di conseguenza negli anni in cui non si è svolta l'assemblea dei soci, non è stato fatto nemmeno il rendiconto finanziario (in pratica su 5 anni soltanto un anno). E ora nel 2013 i miei colleghi rinnovano il consiglio e fanno il rendiconto per 3 anni indietro, è regolare? Sapete dirmi a cosa andiamo incontro, se una multa e di che importo? Sicuramente la cancellazione dall'opzione 398/91 con relativo recupero dell'Iva non versata? Chi sono gli organi preposti per un controllo o ispezione? E' il Presidente a rispondere in prima persona di quanto sopra scritto?

 

QUESITO N.135 >>> Una srl dilettantistica in 398/91 può organizzare una lotteria?

 

QUESITO N.134 >>> Le "quote campo" per ora tennis fatta ad un non-socio sono soggette a IVA?

 

QUESITO N.133 >>> Siamo una ASD neocostituita che svolgerà solo ed esclusivamente l'attività di organizzazione di tornei di calcetto a 5/7 maschili e femminili (come previsto dall'attività istituzionale). Essendo la maggior parte delle squadre composte da semplici amici che decidono di partecipare a questi tornei e non tutti decideranno di diventare soci sostenitori dell'associazione, mi chiedevo se la quota di partecipazione al torneo di questi partecipanti deve essere assoggettata ad IVA e assumerà rilevanza ai fini reddittuali. E' obbligatorio essere già iscritti alla FIGC per poter richiedere l'iscrizione al CONI?

 

QUESITO N.132 >>> Una ASD neocostituita, dopo aver adempiuto a tutto quanto previsto dalle legge (Coni, 398/91, Siae, tracciabilità, eas, rea, etc) si avvarrà di un socio fondatore (non componente consiglio direttivo) per ruolo di segreteria, svolgendolo senza professionalità. Il compenso è stimato in euro 500,00 mensili. Come funziona? Bisogna fare un'assunzione come co.co.co. oppure è un reddito sportivo e basta un contratto di collaborazione sportiva? Va fatta comunicazione al centro per l'impiego? Se tale socio lavora già altrove come dobbiamo muoverci?

 

QUESITO N.131 >>> Volevo chiedere informazioni riguardo la creazione di una società di calcio. In particolare la differenza tra società sportiva e ASD; oltre la burocrazia da espletare presso la F.I.G.C., è necessario effettuare altre procedure in altri uffici?

 

QUESITO N.130 >>> A seguito di verifica documentale da parte della SIAE è stata considerata la pubblicità esposta sulla fiancata del camion che porta i cavalli come una sponsorizzazione. Conseguentemente è stata recuperata l'Iva. Premesso che esiste regolare contratto, siamo in presenza di una pubblicità o di una sponsorizzazione?

 

QUESITO N.129 >>> Siamo una Asd iscritta al coni, con C.F., e facciamo solo attività rivolta ai soci. La nostra gestione è ad anno solare, ma i nostri corsi cominciano a settembre e terminano a giugno, ci farebbe comodo cambiare in anno sportivo. Si può fare?

 

QUESITO N.128 >>> Un giocatore con squalifica fino al 31\12\2013 puo' ricoprire la carica di presidente?

 

QUESITO N.127 >>> Sono il rappresentante legale di una a.s.d. di nuova costituzione senza partita IVA. Nella compilazione del modello EAS è stato barrato il punto 37 per aderire al regime forfettario ed è stata data anche la relativa comunicazione alla SIAE. Non avendo partita IVA e non avendo introiti di natura commerciale ciò che è stato fatto non rappresenta un'incongruenza? E' opportuno presentare nuovamente entro il 31 Marzo il modello EAS lasciando in bianco il punto 37 facendo anche una rettifica alla SIAE? Nel caso, invece, lasciassi le cose come stanno, devo comunque presentare la dichiarazione del redditi?

 

QUESITO N.126 >>> Sono il presidente di un ASD che si è costituita ad agosto 2012: abbiamo regolare CF e P.IVA e per la stagione 2012-2013 ci siamo affiliati all'ASI. Siamo anche iscritti al registo del CONI. Questa stagione stiamo disputando un torneo amatoriale, ma dalla prossima stagione vorremmo iscriverci alla LND, in terza categoria. Avendo già l'anno scoso ottemperato alle modalità presso l'Agenzia dell'Entrate, occorrerà, al momento dell'affiliazione alla FIGC, presentare l'atto costitutivo e lo statuto dell'anno scorso?
 
QUESITO N.125 >>> Salve la nostra associazione polisportiva è stata ammessa al contributo del 5per1000 (pubblicata su elenco dell'agenzia delle entrate) per un determinato importo (anch'esso pubblicato). Chi è il preposto all'erogazione di tale contributo? Il CONI? Dobbiamo noi attivare qualche procedura ovvero saremo contattati dal CONI o da chi deve erogare il contributo?
 
QUESITO N.124 >>> Una Asd (affiliata figc) costituita nel 2011 non ha richiesto, entro i termini di legge, il riconoscimento sportivo al coni. Puo' oggi richiedere l'iscrizione presso il registro delle società sportive del coni? quali adempimenti deve compiere? eventualmente da che anno può godere delle agevolazioni fiscali riservate alle asd?
 
QUESITO N.123 >>> Sono diventato presidente nel 2010 di un'associazione calcistica non riconosciuta. Il vecchio presidente non si e' fatto più vedere, quando ho preso la presidenza non ho trovato nulla in sede, ho inviato una lettera all'agenzia delle entrate, spiegando che non avevo trovato nulla (libri sociali e contabili). Giovedì mattina mi e' arrivato un accertamento di 150 mila euro per Iva non pagata anno 2009. Sono andato subito a chiedere, loro dicono che devo pagare io, perché a me spettava pagare la denuncia dei redditi anno 2009. Ma come posso pagare ? Non ho nessuna documentazione, in base a cosa dovevo pagare? Io nel 2009 non conoscevo il presidente perché non facevo parte della società. Secondo loro, l'articolo che dice che la responsabilta è di colui che agisce in nome e per conto dell'associazione ed è da addebitare a me. In pratica non colpiscono chi ha incassato i soldi e non pagato l'iva, ma vogliono colpire chi non ha fatto la denuncia dei redditi.
 
QUESITO N.122 >>> Nel 2010 abbiamo sospeso l'attività della nostra A.S.D. con CF. Non abbiamo provveduto ad effettuare la cessazione nella speranza di riprendere i corsi. Quest'anno abbiamo deciso di cessare l'attività. Quali sono i passi da fare?
 
QUESITO N.121 >>> Si nutrono alcuni dubbi in merito all'imposta di bollo da applicare sulle ricevute rilasciate a fronte del versamento delle quote associative e delle quote previste per la frequenza periodica alle attività sportive (scuola calcio) offerte dall'associazione; quali sono le ricevute esenti da imposta di bollo?
 
QUESITO N.120 >>> Una asd sottoposta ad accertamento per gli anni 2010, 2011 e 2012 ha effettuato per il solo anno 2010 pagamenti e ha ricevuto entrate per importi superiori ad Euro 516,46. Per quale anno si perdono le agevolazioni fiscali della L. 398/91?
 
QUESITO N.119 >>> Avete per caso una sentenza in merito al quesito 113? Perché anch'io sono nella stessa situazione. L'agenzia delle entrate mi manda un accertamento anno 2007, io sono diventato presidente di un' associazione non riconosciuta nel luglio 2008. Dicono che devo pagare io perché dovevo presentare la denuncia dei redditi, i vecchi dirigenti erano spariti portando via tutti i documenti. Ho fatto ricorso, adesso è tutto in commissione tributaria: 500 mila euro di accertamento.
 
QUESITO N.118 >>> Il responsabile scuola calcio ha diritto ad un rimborso spese?
 
QUESITO N.117 >>> Per beneficiare del regime fiscale agevolato previsto dalla legge 398, è necessaria e/o obbligatoria l'iscrizione al CONI?
 
QUESITO N.116 >>> Come si deve effettuare l'iscrizione al registro coni per le associazioni? La stessa associazione prova ad iscriversi in questo registro ogni settimana ricevendo sempre la stessa risposta: "La società non è presente nelle affiliazioni". Da premettere che noi siamo iscritti tramite FIGC. Bisogna presentare anche una dichiarazione sostitutiva?
 
QUESITO N.115 >>> Una A.S.D. è in possesso di CF e svolge unicamente attività istituzionale con la sola emissione di ricevute per le quote associative. Deve essere fatta la comunicazione alla SIAE e l'opzione nel quadro VO per la legge n.398/91 e anche la tenuta del registro DM 11/2/97, oppure sono obbligatori solo nel caso di svolgimento di attività commerciale con possesso di P.IVA?
 
QUESITO N.114 >>> Mi occupo di contabilità in una a.s.d. e volevo sapere: è possibile compensare l'iva con le ritenute d'acconto pagate?
 
QUESITO N.113 >>> Da controllo agenzie entrate per irregolarità esercizio 2009 viene passato in ordinaria, da verbale emerge un importo insostenibile per l'associazione, non essendo essa in grado di pagare e avendo deciso di chiudere detta associazione, la sanzione relativa a: iva-ires-irap dovrò assolverle io come presidente? Oppure a me competono solo le sanzioni pari ad un sesto? A cosa vado incontro, non riuscendo a dimostrare il debito per irregolarità altrui?
 
QUESITO N.112 >>> Sono e presidente di un associazione sportiva dilettantistica che gestisce un campo di calcio e vi chiedo delucidazioni in relazione agli striscioni interni al campo di calcio. Il comune ha espresso intenzione di tassare la scrivente società per pubblicità interna al campo di calcio pur essendo esente in virtù di questa norma "Esenzione di imposta sulle insegne, indipendentemente dalle dimensioni delle stesse", che sotto riporto: 

ESENZIONI D'IMPOSTA 
La pubblicità negli impianti sportivi è esente dall'imposta di affissione. 
Le A.S.D. godono di una specifica esenzione che riguarda l'imposta per la cartellonistica pubblicitaria all'interno di impianti sportivi. Alla luce della previsione normativa che ha istituito l'agevolazione, infatti, le associazioni e le società sportive dilettantistiche non devono adempiere al versamento della normale imposta sulla pubblicità per l'affissione di cartelloni o altri supporti pubblicitari, se collocati all'interno di palestre, piscine o campi sportivi con capienza certificata non superiore ai 3.000 spettatori. 

A questo punto vi chiedo chi a ragione in merito a questo quesito: noi o il comune? E in base a quali normative?
 
QUESITO N.111 >>> Vorrei sapere se un'ASD può affidare il front office(pubblicità, iscrizioni) ad una società privata, alla quale fa regolare fattura per il servizio reso.
 
QUESITO N.110 >>> La nostra ASD è di nuova costituzione (luglio 2012), opera in regime 398. Per la ns attività sportiva utilizziamo gli spazi dell'oratorio ad uso gratuito. 
Le mie domande sono: 
- Siamo OBBLIGATI a registrare o a fare un contratto con data certa per l'uso gratuito dei locali? Ad oggi c'è un semplice contratto scritto e firmato dalle parti. 
- Le asd possono fare erogazioni liberali ad altri enti? 
Il consiglio direttivo, vista la disponibilità offertaci dall'oratorio, vuole proporre all'assemblea dei soci di fare una donazione/erogazione alla parrocchia,è possibile?
 
QUESITO N.109 >>> Come possiamo affrontare nella maniera corretta il trattamento fiscale dei premi di preparazione, formazione e carriera?
 
QUESITO N.108 >>> Devo pagare l'iva per il terzo trimestre il 16 novembre, e volevo sapere se - con il regime 398/91 - per le fatture emesse pago il 50% e se per le fatture ricevute posso dedurre interamente l'IVA.
 
QUESITO N.107 >>> Le a.s.d. di nuova costituzione (ns. caso 12/7/2012) che offrono prestazione pubblicitaria e sponsorizzazioni dal 3/9/12 (data prima fattura) sono tenute ad iscriversi al REA con relativo pagamento del diritto camerale? Se sì, entro quando dobbiamo regolarizzare la nostra posizione?
 
QUESITO N.106 >>> Mi servirebbe sapere come mi devo comportare con la contabilizzazione della nota spese delle spese che anticiperò nel corso del IV trimestre 2012. Il rendiconto dell'associazione viene tenuto con criterio di cassa, se nella nota spese ci sono pagamenti anticipati da me nei mesi di ottobre - novembre - dicembre, ma l'associazione mi rimborsa a gennaio, in quale anno devo imputare gli oneri/uscite? E' meglio chiudere il tutto entro il 31.12.2012?
 
QUESITO N.105 >>> Vorrei porgere il seguente quesito: un giocatore di calcio tesserato nella "Alfa Asd" può ricoprire il ruolo di presidente nella "Beta Asd", altra associazione calcistica? Grazie per la disponibilità.
 
QUESITO N.104 >>> Volevo chiedere alcune cose visto che sono al mio primo anno da Presidente di società:
1)il codice fiscale della mia società come lo ottengo?? 
2)devo inviare la partita iva a qualche ente? 
3)come si fa a fare l'iscrizione al CONI? 
4)é possibile usufruire o perlomeno fare richiesta per eventuali fondi esempio 5 x 1000?
 
QUESITO N.103 >>> Salve vorrei sapere se ad oggi sulle quote iscrizione ai corsi di nuoto sia obbligatoria l'apposizione della marca da bollo di 1,81? Sulle ricevute suporiori ai 72,00?
 
QUESITO N.102 >>> Sto per diventare il presidente di un'associazione sportiva dilettantistica ma prima di farlo ho dato un'occhiata alla sua parte fiscale. In questa associazione sono stati negli anni corrisposti rimborsi a sportivi e allenatori anche se mai superiori ai 7.500 euro; il problema è che il vecchio commercialista pur non dovendo versare nessuna imposta non ha inoltrato mai il modello 770 con i nominativi dei beneficiatari. La mia domanda è cosa rischia l'Associazione?
 
QUESITO N.101 >>> Una a.s.d. si trova a dover risolvere la seguente controversia con il proprio allenatore. In data 10/08/2011 viene stipulato un accordo tra l'associazione e l'allenatore che prevedeva le seguenti due tipologie di erogazioni: 1) un premio di tesseramento annuale di €. 3.600 da corrispondersi in nove rate mensili a partire dal 01/10/2011; 2) un rimborso spese per indennità chilometrica in relazione alle trasferte effettuate fuori sede. In data 10/08/2011 viene emanata dalla L.N.D., una Circolare che, nel disciplinare i rapporti tra le a.s.d. e gli allenatori dilettanti, recitava testualmente: "fino al riordino complessivo della materia, sono vietati premi di tesseramento in favore degli allenatori dilettanti per la stagione sportiva 2011/2012". Sulla base di detta Circolare, l'associazione ha proceduto, in data successiva al 10/08/2011, alla stipula di un nuovo accordo con l'allenatore che prevedeva solo il rimborso delle spese di trasferta, eliminando il compenso per premio di tesseramento, proprio in ossequio a quanto stabilito dalla Circolare stessa. Essendo stato risolto anticipatamente il rapporto tra l'associazione e l'allenatore, quest'ultimo richiede il pagamento del premio di tesseramento maturato fino alla data di prestazione della sua opera, in virtù del primo contratto sottoscritto. Si chiede di sapere se l'associazione è tenuta a corrispondere detto premio. Da tenere presente che entrambi gli accordi sono stati, a suo tempo, regolarmente depositati in Lega.
 
QUESITO N.100 >>> Sono consulente di una ASD che ha avuto un controllo da parte dell'Agenzia delle Entrate. Viene contestato il pagamento in contanti di bollette enel di importo superiore ad Euro 516,46 con conseguente decadenza per gli anni 2007, 2008 e 2009 del regime forfetario ex L. 398/91 (e verbale di oltre Euro 180.000). Per gli anni successivi l'asd può conservare detto regime forfettario? Oppure è decaduta per sempre e dovrà per gli anni 2010, 2011 e 2012 regolarizzare la propria posizione? Si precisa che negli anni successivi non si riscontrano altre cause di decadenza del regime forfetario (tutti i pagamenti sono stati eseguiti con strumenti tracciabili).
 
QUESITO N.99 >>> Abbiamo costituito da poco la società che disputerà il prossimo campionato di terza categoria. Ho un po' di domande da porre per avere un po' più chiaro il quadro e eliminare delle ansie dovute all'inesperienza di tutti quanti noi. In primo luogo, una volta consegnato Statuto e Atto Costitutivo alla LND per l'affiliazione, questi stessi documenti dobbiamo registrarli anche altrove, ad esempio all'Agenzia delle Entrate? Se sì, come e entro quando? E quali sono i costi? 
Per ottenere il Codice fiscale, con l'attuale modello AA5/6 non sono previste, nella fattispecie per una associazione sportiva dilettantistica senza fini di lucro, spese. Ho letto però nelle vostre FAQ che, relativamente ad una "sanzione per ritardata registrazione" è necessario pagare, presso l'Agenzia delle Entrate un modello F23 nonché un'imposta di registro (168 euro questi, presumo da pagare per la registrazione a prescindere dal ritardo, e qui mi ricollego alla domanda precedente), e altre marche da bollo. 
Per quanto concerne il regime fiscale agevolato, se non abbiamo sponsorizzazione e pubblicità e se non abbiamo alcun tipo di attività commerciale tale per cui dover aprire una partita IVA, possiamo usufruirne. 
Per quanto attiene invece alle quote che i soci (giocatori e non) verseranno alla società, sempre nelle vostre FAQ mi sembra di aver trovato la risposta che cercavo, ovvero essendo queste entrate quote associative annuali versate in qualità di socio per avere diritto a partecipare alla vita associativa e che non rappresentano, quindi, il corrispettivo di una cessione o prestazione di servizi da parte dell'associazione, non sono soggette ad Iva. 

Dobbiamo però emettere delle ricevute? Al socio sostenitore e al socio giocatore? Eventualmente si tratterebbe dello stesso tipo di ricevuta? 

 
 
QUESITO N.98 >>> Abbiamo costituito l'associazione nel 1998, non abbiamo mai richiesto l'agevolazione 398, possiamo chiederla ora?
 
QUESITO N.97 >>> Nell'ultimo comunicato del nostro Comitato Regionale Lombardo si parla di pagamento diritto annuale per l'Iscrizione al Repertorio Economico Amministrativo. Si cita la Circolare n° 48. Ora vorrei sapere se una società coma la nostra ASD, che presenta il Modello Enc/2012, soggiace a questo obbligo e se in effetti è sufficiente pagara la quota di Euro 30,00 e quale modello bisogna presentare alla camera di Commercio di zona per iscriversi al REA. 
 
QUESITO N.96 >>> Un'ASD iscritta al registro CONI che svolge soltanto attività di scuola calcio ricevendo una quota di iscrizione dai calciatori, se riceve il 5xmille è obbligata a fare il modello EAS?
 
QUESITO N.95 >>> Volevo informazioni sulla possibilità di trasformare una asd in polisportiva, e se a livello fiscale conviene. In più se potete aiutarmi a sapere se il costo dell'iscrizione al campionato di calcio rimane tale o se ci sono vantaggi al riguardo.
 
QUESITO N.94 >>> La nostra associazione è stata costituita in forma privata nel 1984, codice fiscale e partita iva chiesti nel 1985, nel 2006 chiediamo ad un consulente la cancellazione del collegamento iva e la modifica della denominazione. Solo oggi ci accorgiamo che solo la denominazione veniva modificata, lasciando in piedi la partita iva. Possiamo fare oggi la cancellazione lasciando il codice fiscale originario (coincide con la P.I.)? L'Atto Costitutivo e lo Statuto non sono mai stati registrati all'A.E., è possibile farlo oggi? Con quale data? Dal 2006 l'associazione, inoltre, non ha più fatto nessuna dichiarazione dei redditi ne tantomeno qualsiasi altro adempimento di tipo fiscale. Cosa rischia l'associazione? Preferiamo non chiudere del tutto per poi riaprire, perderemo anzianità ed un titolo al merito sportivo.
 
QUESITO N.93 >>> Sono un consigliere di un ASD e volevo sapere se è possibile chiudere la P.IVA e mantenere il Codice Fiscale. Di certo non si potranno fare operazioni commerciali, ma questo atto ha conseguenze ai fini della matricola federale? Quali adempimenti occorrono?
 
QUESITO N.92 >>> Società nata nel 2006, chiesta P.IVA e C.F. nel 2009. Non è mai stata ulitizzata la P.IVA e l'abbiamo chiusa con la sanzione di Euro 129,00 il 27/03/2012. In data 08/05/2012 abbiamo fatto l'assemblea straordinaria per lo scioglimento della società a far data 07/06/2012, per fine stagione sportiva. Si deve comunicare all'Agenzia delle Entrate anche la chiusura del C.F.? 
Al momento dell'apertura della partita IVA c'era un altro predisente. Ora ci sono io, eletta con regolare assemblea ma mai comunicato all'A.D.E.. Devo andare all'A.D.E. con tutti i verbali di assemblea? Ci saranno sanzioni da pagare? Come società abbiamo un utile di Euro 60,00.
 
QUESITO N.91 >>> C'è un limite di incasso ad una erogazione liberale? Superato questo limite devo applicare le tasse? Esempio: una ditta mi fa una erogazione liberale per 100.000,00 Euro, io in qualità di associazione sportiva dilettantistica con opzione 398 incasso questi 100.000,00 Euro e li indico nel mio rendicoto di fine anno come un'entrata istituzionale e perciò senza pagarci né tasse né iva. Il comportamento è giusto? O superato un certo limite devo assoggettare ad iva e tasse anche l'erogazione liberale?
 
QUESITO N.90 >>> Una palestra ASD in regime 398/91 che svolge solo attività istituzionale paga ires e irap?
 
QUESITI N.87-88-89 >>> Sono presidente di una ASD e per conto del comune ci attiviamo nella gestione delle strutture comunali (campi di calcio e aree limitrofe). Per tali attività ci avvaliamo talvolta di collaboratori esterni che compensiamo. In che modo dobbiamo farlo? I soggetti rientrano nei compensi fino a Euro 7.500,00 non tassabili? 

I compensi erogati al collaboratore saltuario per la gestione degli stessi (pulizie, taglio erba...) rientrano nei compensi non tassabili ? Tali attività la svolgono soci e non soci. 

Per tale servizio il comune ci riconosce sotto forma di contributo un compenso. Necessita di fattura? Per la gestione talvolta ci avvaliamo di collaboratori vicini alla società. I rimborsi che elargiamo rientrano nei compensi non tassabili? Tali attività la svolgono soci e non soci.
 
QUESITO N.86 >>> Svolgo gratuitamente il servizio di Segretario che mi impegna circa due pomeriggi interi e tanti viaggi nello stesso Coune di residenza (banca-posta-Comune ecc.ecc.). Desidererei avere almeno le spese effettivamente sostenute (stiamo parlando di circa 400 euro annuali). Si può fare qualcosa? Il giorno fisso di Segreteria, una volta la settimana, chiaramente non deve essere conteggiato. La nostra non è un'associazione dove ci sono atleti pagati, organizziamo gare di pesca e corsi di pesca senza alcuna finalità di lucro.
 
QUESITO N.85 >>> In qualità di segretario di una Polisportiva affiliata alla FIGC, e in previsione della redazione del rendiconto annuale della società, gradirei sapere come vanno inquadrate le somme inerenti l'IVA non versata trimestralmente (ovvero la rimanente parte del 50% dell'IVA sulla pubblicità). 
Tali somme (IVA non versata) per la redazione della dichiarazione dei redditi IRES, contribuiscono alla formazione della base imponibile?
 
QUESITO N.84 >>> Salve, dal 2012 ho iniziato a seguire un'associazione. Ad oggi è affiliata ENDAS come EPN, si occupa del noleggio di bike da downhill. Data la volontà di avviare l'attività didattica avrei alcuni dubbi: per inserire l'attività "scolastica" devo modificare lo Statuto? Affiliarmi come asd alla F.C.I.? Ai fini fiscali devo creare due associazioni distinte?
 
QUESITO N.83 >>> Sono il presidente di un A.S.D. senza partita IVA e la domanda è la seguente: qualora un professionista (Ing.Geologo) a seguito di un progetto o un onorario emetta fattura con la ritenuta d'acconto, la nostra A.S.D. puo' effettuare la ritenuta d'acconto con il modello f24 e successivamente compilare il mod.770?
 
QUESITO N.82 >>> La mia è una a.s.d, all'interno della mia struttura c'è un maestro di karate che però ha una propria associazione; i suoi allievi si associano con lui quindi utilizzano solo i miei locali in questo caso specifico come devo procedere la ricevuta per il compenso di uso locali? Deve essere fiscale oppure no?
 
QUESITO N.81 >>> Supponiamo che la società A abbia debiti verso l'erario e che la stessa società decida di chiedere fallimento e quindi chiudere la partita iva esistente ma continua l'attività sportiva cambiando denominazione sociale e aprendo una nuova partita iva con la nuova denominazione sociale. La mia domanda è la seguente : il fisco, dato che la matricola federale rimane la stessa, può risalire alla vecchia società e quindi chiedere di saldare il debito oppure una volta chiusa la vecchia partita iva nulla più è dovuto?
 
QUESITO N.80 >>> L'associazione sportiva in 398 intende affittare un immobile da s.a.s. per svolgere anche attività commerciale quale somministrazione alimenti e bevande e corsi di allenamento e varie attività commerciali, si chiede se il canone d'affitto con la s.a.s. può essere fatto in esenzione iva?
 
QUESITO N.79 >>> Sono dirigente di una società di pallavolo ed ho trovato numerosi ed interessanti spunti nelle vs faq. Vorrei porre questo quesito: non abbiamo partita IVA e quindi non possiamo iniziare rapporti di pubblicità/sponsorizzazione con aziende commerciali, ma vorremmo introitare elargizioni liberali da tali soggetti. E' possibile? In caso ciò sia possibile l'azienda può effettuare qualche detrazione? Quale ricevuta abbiamo l'obbligo di rilasciare?
 
QUESITO N.78 >>> Sono presidente di una squadra che milita in terza categoria. Oltre a svolgere il ruolo di Presidente sono anche tecnico di questa squadra. Chiedo se posso ricevere dall'a.s.d. un compenso per il ruolo di tecnico essendo anche presidente.
 
QUESITO N.77 >>> Vorrei sapere se un'associazione sportiva dilettantistica con codice fiscale (quindi senza fini commerciali) deve essere obbligatoriamente iscritti al registro del CONI per usufruire del regime fiscale agevolato?
 
QUESITO N.76 >>> Una a.s.d. in regime 398/91 svolge l'attività di scuola calcio; per la relativa frequenza viene richiesto il pagamento di una quota di €. 150 e, a ciascun ragazzo, viene consegnato un kit di materiale sportivo (magliette, borse, ecc.) che l'associazione ha regolarmente acquistato dal fornitore. Si chiede: come deve essere fiscalmente considerata la quota di frequenza incassata ( provento per attività istituzionale o provento di natura commerciale ) e la quota relativa al kit di materiale consegnato ( il cui valore è di €.100) viene anch'essa considerata entrata di natura istituzionale?
 
QUESITO N.75 >>> Sono il presidente di un A.S.D. con C.F. e P.IVA volevo sapere se sulle quote associative e sui corsi di ballo l'Iva va pagata oppure no. 
 
QUESITO N.74 >>> Da poco seguo la contabilità di un'associazione sportiva dilettantistica. Per usufruire del regime agevolato la normativa richiede di inviare preventiva comunicazione alla SIAE. Se ciò non è avvenuto posso ugualmente usufruire del regime agevolato? Il comportamento concludente può essere preso in considerazione ? E' sufficiente compilare il quadro VO in fase di Unico 2012?
 
QUESITO N.73 >>> Sono il rappresentante legale di una asd di nuova costituzione senza partita Iva. Nella compilazione del modello EAS è stato barrato il punto 37 per aderire al regime forfettario ed è stata data anche la relativa comunicazione alla SIAE. Non avendo partita Iva e non avendo introiti di natura commerciale ciò che è stato fatto non rappresenta un'incongruenza? E' opportuno presentare nuovamente entro il 31 Marzo il Modello EAS lasciando in bianco il punto 37 e facendo anche una rettifica alla Siae? Nel caso, invece, lasciassi le cose come stanno, devo comunque presentare la dichiarazione dei redditi?
 
QUESITO N.72 >>> Le associazioni sportive possono rateizzare l'iva del 4° trimestre?
 
QUESITO N.71 >>> Sappiamo che per fruire delle disposizioni recate dalla legge n.398/1991, le associazioni sportive dilettantistiche, devono aver conseguito, nel periodo d'imposta precedente, proventi commerciali inferiori a 250.000 euro. Si chiede: 1) detto limite riguarda gli importi delle fatture emesse (volume d'affari) nell'anno statutario indipendentemente dall'effettivo incasso?; 2) detto limite riguarda solo le fatture effettivamente incassate nell'anno statutario?
 
QUESITO N.70 >>> Desideravo sapere se all'atto della registrazione di uno statuto variato il funzionario non avesse accettato le marche da bollo registrando l'atto senza le stesse, potrò io - verificato l'errore - applicarle alla copia in mio possesso, facendo il totale di quanto dovuto, dimostrando così in sede di contestazione di avere assolto alla tassa con data certa dovuta alla stampa delle marche da bollo?
 
QUESITO N.69 >>> Da quest'anno sono il legale rappresentante della società dilettantistica Nuoto scuola di nuoto. Ai genitori dei ragazzi che frequentano i corsi annuali devo rilasciare la ricevuta fiscale per le detrazioni previste ? Il mio commercialista mi ha suggerito di rilasciare una sorta di certificazione che attesti il pagamento della quota per il corso annuale o semestrale in cui io dichiaro l'avvenuto pagamento e su cui il genitore deve apporre una marca da bollo di 1,81€, ma già qualcuno ha protestato che il CAF dice che non vale nulla questa certificazione. Ma che devo fare? fino all'anno scorso la vecchia società rilsciava unicamnete ricevute fiscali.
 
QUESITO N.68 >>> La mia Asd organizza varie gare invitando altre società a cui viene riconosciuto un rimborso kilometrico. Fiscalmente come dobbiamo comportarci? E' sufficiente una ricevuta firmata dalla società invitata o dobbiamo fare altro? Vi sono ritenute da effettuare?
 
QUESITO N.67 >>> Da qualche mese abbiamo aperto l'ASCD MisterCottone.com. Statuto ed Atto Costitutivo sono stati depositati e il Codice Fiscale già fornito. Svolgendo attività prettamente informativa e di formazione sportiva, vorremmo sapere se abbiamo l'obbligo di partita iva e conto corrente. Tra le altre cose alcuni amici partner ci elargiscono qualche contributo. Il consulente sostiene che non abbiamo bisogno di nulla e che basta la ricevuta fiscale con marca. Voi cosa ne pensate?
 
QUESITO N.66 >>> La nostra Asd è stata costituita lo scorso 20/06/2011 e sta attualmente disputando il campionato di calcio di terza categoria. Essendo ancora un po' inesperti vorremmo porvi alcuni quesiti. A seguito della costituizione abbiamo fatto regolare richiesta di attribuzione di codice fiscale e partita iva, ma non abbiamo provveduto alla registrazione dell'Atto Costitutivo e dello Statuto. E' possibile farlo ora? Inoltre, essendo iscritti alla FIGC, rientriamo automaticamente tra le associazioni riconosciute dal CONI oppure dobbiamo comunque procedere alla registrazione?
 
QUESITO N.65 >>> Il nostro Comune ci concede in affitto alcune ore dell'impianto sportivo a costo agevolato. Per il pagamento di tali ore il Comune ci deve emettere una fattura comprensiva di Iva, o essendo noi a regime agevolato 398/91 siamo esenti da emissione Iva e il Comune deve solo emettere una quietanza o ricevuta?
 
QUESITO N.64 >>> Abbiamo pagato una fattura di Euro 2.000,00 con un acconto in contanti di Euro 400,00 (sotto soglia) e un A/C non trasferibile di Euro 1.600,00 a saldo. Siamo a posto con la tracciabilità?
 
QUESITO N.63 >>> Sono presidente di una ASD e volevo sapere se un verbale di assemblea straordinaria relativa alla modifica dello statuto sociale necessita di registrazione alla Agenzia delle entrate. Più nel dettaglio vorrei sapere se è necessario registrare il solo verbale di assemblea o l'intero statuto e, se così fosse, se è necessario pagare nuovamente l'imposta di registro di 168 ? oltre alle marche da bollo.
 
QUESITO N.62 >>> Vorrei sapere se ai fini del superamento del limite di € 250.000 per la L. 398/91, è da computare anche l'Iva trattenuta. Es. nel caso di sponsorizzazioni per € 240.000 + Iva, il limite è rispettato?
 
QUESITO N.61 >>> Dovendo cercare sponsorizzazioni per la società di cui faccio parte, avrei bisogno di capire quali agevolazioni fiscali hanno e come possono usufruirne, le eventuali società che intenderanno sponsorizzarci.
 
QUESITO N.60 >>> Mi occupo di contabilità in una A.S.D., leggevo lo spazio dedicato alle domande e la mia curiosità nasce dal quesito inerente i rimborsi. 
Nella risposta si parla di tassazioni applicate a rimborsi percepiti per importi superiori a Euro 7.500,00 fino a 20.000,00 ed oltre. Mi chiedo, ci riferiamo ad A.S.D. che disputano campionati di serie D? Oppure questa norma vale anche per le categorie inferiori? La mia considerazione nasce dal fatto che in queste categorie i calciatori non possono percepire compensi.
 
QUESITO N.59 >>> Salve sono diventato presidente nel luglio del 2008 perche' il vecchio presidente era scappato con una marea di debiti nei confronti dei fornitori. Circa 40.000,00 euro e anche un decreto ingiuntivo fatto dal vecchio allenatore. Tutto questo sono riuscito a pagarlo io e non solo, ho dovuto ricreare tutto perché non ho trovato nulla (libri sociali, bilanci...ecc...). Nella prima assemblea e anche quando sono stato nominato presidente abbiamo scritto tutte queste cose in un verbale poi depositate presso l'agenzia delle entrate. Ieri ho ricevuto una cartella di pagamento da parte dell'ufficio delle entrate molto alta da pagare, di 95 mila euro per iva non pagata periodo 2007. La domanda che vi faccio è questa: perché devo pagare io quando i danni sono stati fatti da altri?
 
QUESITO N.58 >>> Siamo una ASD e abbiamo da quest'anno in gestione due campi sportivi di proprietà uno del comune e uno della provincia; tali campi vengono da noi affittati ad altre asd per allenamenti e partite di campionato; il corrispettivo che ci danno mensilmente è soggetto a fatturazione con IVA o senza IVA, e se senza con quale articolo di legge?
 
QUESITO N.57 >>> Sono un Presidente di calcio A.S.D. che milita in seconda categoria in regime 398 e volevo chiedervi: una fattura di sponsorizzazione o di pubblicità deve essere accompagnata da un regolare contratto e depositare una copia del contratto oltre che alla Ditta anche alla SIAE, o è facoltativo?
 
QUESITO N.56 >>> Vorrei qualche chiarimento per l'Ires per quanto concerne la mia associazione sportiva dilettantistica e in particolare vorrei sapere i limiti sotto i quali l'acconto non viene pagato, oppure viene pagato in una sola soluzione, oppure quando viene suddiviso in due rate. Inoltre il saldo da pagare è determinato dalla somma degli acconti versati l'anno scorso meno l'importo da versare per quest'anno corrente?
 
QUESITO N.55 >>> Un'associazione sportiva che ha optato per il regime 398/1991, e che nel corso del 2010 non ha posto in essere alcuna operazione commerciale (non ha emesso alcuna fattura per sponsorizzazioni / pubblicità), deve presentare comunque il modello Unico (redditi IRAP) 2011 "a zero"?
 
QUESITO N.54 >>> Sono un dirigente presso una scuola-calcio di un'associazione sportiva dilettantistica. Ho la possibilità di poter stipulare un contratto di pubblicità con alcune aziende per l'affissione di striscioni. La somma è ancora da stabilire ma è con IVA esclusa. Sono un neo laureato in Scienze giuridiche economiche e manageriali dello sport e ho anche studiato tali problematiche, ma purtroppo, passare dalla teoria alla pratica, è sempre difficoltoso e non ho nessuno che mi affianca in questa attività. Volevo chiedere: una volta stipulato il contratto come funziona il tutto? (Pagamenti, Iva, ecc...).
 
QUESITO N.53 >>> Vorrei sapere se a seguito delle dimissioni del vice presidente della mia asd e assemblea ordinaria, per sua sostituzione è necessario comunicare la variazione all'agenzia delle entrate e se si qual'è la procedura?
 
QUESITO N.52 >>> Vorrei sapere se, essendo ASD in regime 398/91, nelle fattura che noi emettiamo ad una ditta con la dicitura sia per pubblicità che per sponsorizzazione, dobbiamo pagare l'IVA al 50% per la parte della pubblicità e l'IVA al 90% per la sponsorizzazione, oppure viene tutto calcolato come mi hanno detto solo al 90%, in seguito ad una risoluzione dell'A.E.?
 
QUESITO N.51 >>> Ho presenziato all'incontro tra società e agenzia delle entrate, ma tornando a casa mi sono sorti i seguenti dubbi: l'iva che le società trattengono dalle fatture di pubblicita' e sponsorizzazione fà fatturato? Mi spiego, è soggetto a fine anno a tassazione? 
Un'altra domanda: la siae, durante l'incontro, ha tenuto a precisare che, se alla stessa azienda (stessa ragione sociale) vengono fatti un contratto di pubblicità ed un contratto di sponsorizzazione nell'arco della stessa stagione, questi devono considerarsi entrambi contratti di sponsorizzazione, anche se uno riguarda cartelloni pubblicitari e l'altro abbigliamento sportivo. Se la mia società va da un'azienda e stipula un contratto di pubblicità in data 01/07 per cartelloni pubblicitari da posizionare sul campo da gioco per l'importo di 1000 euro, passano un paio di settimane e l'azienda decide di inserire il proprio marchio anche sulle divise da gara e si stipula un contratto di sponsorizzazione di euro 2000, la società sportiva emette n.2 fatture una per euro 1000+iva (pubblicità) ed una per euro 2000+iva (sponsorizzazione), come funziona al momento della dichiarazione dell'iva? La societa' deve versare 100 + 360 oppure 180 + 360?
 
QUESITO N.50 >>> Vorrei sapere quali adempimenti fiscali debbano esserci nella fattispecie di una erogazione liberale in favore della mia Associazione Sportiva Dilettantistica da parte di un dirigente della stessa, consistente in un ammontare inferiore alla soglia di euro 1.500. Suppongo di dover emettere, in questo caso, solo una ricevuta fiscale (e non una fattura) che il dirigente potra'così dedurre per il 19%.
 
QUESITO N.49 >>> Qual'è il trattamento tributario del pagamento erogato a beneficio di un'a.s.d. gestore di un'impianto sportivo comunale , che beneficia del regime 398/91, per l'affitto annuale dell'impianto sportivo (campo di calcio) da parte di un'altra a.s.d. che beneficia dello stesso regime 398/91? Potrebbe configurarsi come provente istituzionale poichè la stessa li destina al perseguimento di detti fini: pagamento luce, gas, custode, etc (vedasi tabelle comunali per affitto impianti sportivi). Questi proventi debbono risultare attraverso la forma della fattura all'altra a.s.d.?
 
QUESITO N.48 >>> Sono segretario di una ASD e alcune realtà commerciali del paese ci hanno erogato un contributo per la stagione 2011-2012. Abbiamo emesso regolare fattura, ma mi è stato comunicato che oltre alla fattura dobbiamo inviare una lettera d'impegno alla pubblicizzazione del marchio commerciale. E' vero o basta la fattura?
 
QUESITO N.47 >>> Ci sono disposizioni che regolano l’uso di marchi commerciali e dove possono essere inseriti nella maglia di gara di una societa sportiva?
 
QUESITO N.46 >>> Sarei interessato ad aprire una ASD o SSD di calcio a 11 o maschile o femminile nel mio paese natale per provare a far rivivere un po' il paese, ma si trova ad una altitudine poco più di 1.000 mt e con una popolazione al di sotto dei 100 abitanti e vorrei sapere se ci sono delle agevolazioni o finanziamenti - anche a fondo perduto - visto che bisognerebbe creare anche un campo da gioco per questi posti dimenticati, visto che sarà una impresa ardua trovare degli sponsor.
 
QUESITO N.45 >>> Per anni sono stata delegato alla SIAE per una societa' sportiva poichè ero l'unica che poteva recarsi presso l'ufficio competente. Vorrei sapere, in caso di una verifica e di eventuali errori e irregolarità, sono io la responsabile o il Presidente che mi ha delegato nei confronti dell'agenzia delle entrate?
 
QUESITO N.44 >>> Torno di nuovo sulla questione della marca da bollo di € 1.81, per le ricevute di pagamenti di compensi da parte di istruttori. L'imposta di bollo è dovuta, qualora l'importo della ricevuta sia superiore ad € 77.47, anche se si tratta di associazione sportiva dilettantistica riconosciuta dal CONI?
 
QUESITO N.43 >>> Avrei bisogno di un chiarimento in merito a due quesiti riguardo l'IVA e il compenso degli organi amministrativi. 
Se un'ASD acquista un'azienda (una palestra) e con essa il debito IVA pregresso, riferito in particolare al 2010, tale debito, se l'ASD adotta il regime forfettario, viene ridotto in funzione delle agevolazioni presenti in tale regime? 
In merito ai compensi, riporto una citazione "Le associazioni e le società sportive dilettantistiche possono riconoscere rimborsi spese ai soggetti coinvolti nell'attività sportiva. È di conseguenza necessario individuare in modo preciso i destinatari dei rimborsi stessi, nonché la documentazione che comprova le spese sostenute, che devono necessariamente essere documentate e analiticamente provate. In tale ambito è, inoltre, opportuno evidenziare che a seguito della modifica apportata all'art. 90 della L. 289/2002, ad opera del D.L. 72/2004, è stato eliminato l'obbligo di gratuità previsto in precedenza per la carica di amministratore; ne consegue che a questi soggetti, nel rispetto di alcune condizioni, può essere erogato, oltre al citato rimborso spese, anche un compenso." E' quindi possibile prevedere un compenso per gli amministratori?
 
QUESITO N.42 >>> A seguito della risposta al quesito n° 25 si precisa - come da vostra osservazione - che la societa' di cui all'oggetto non svolge alcuna attività sportiva né e' iscritta a nessuna federazione riconosciuta dal C.O.N.I.
 
QUESITO N.41 >>> Sono appena diventato presidente di una ASD iscritta per il primo anno al campionato di calcio a 5 serie D. Ho già inviato alla FIGC tutta la documentazione per l'iscrizione compreso lo statuto. Ora vorrei capire bene cosa devo fare a livello fiscale (tipo codice fiscale, registrazione agenzia delle entate ecc...) per non avere problemi in futuro. Aggiungo che la nostra società non ha intenzione di aprire una partita IVA in quanto non ha contratti di sponsorizzazione, ma è fondata di solo soci che contribuiscono a coprire le spese dell'intera stagione.
 
QUESITO N.40 >>> Vorrei conoscere la differenza a livello societario e fiscale tra 
tipologie "Associazione Calcio" ed "Associazione Sportiva Dilettantistica". Pongo la domanda in quanto la grande maggioranza delle società è diventata A.S.D. mentre la società per la quale sono da poco consigliere è ancora A.C.
Inoltre vi chiedo se è obbligatorio il passaggio ad A.S.D.? A quali leggi si deve far riferimento nei seguenti casi per le due tipologie in questione (A.C. ed A.S.D.)? 
- in materia di sponsorizzazioni e detrazioni da parte di colui che sponsorizza; 
- modalità di elezione e compiti principali del presidente (riguardo all'A.S.D. ne sono al corrente avendo visionato un fac-simile di statuto); 
- in materia di organizzazione di eventi; 
- in materia di emissione di fatture per l'organizzazione di manifestazioni sportive (ad esempio l'organizzazione di un torneo di calcio con annesso servizio di distribuzione bibite ed alimenti è possibile per una società A.C. senza partita IVA?).
 
QUESITO N.39 >>> Abbiamo appena modificato l’assetto societario con un presidente nuovo e alcuni nuovi ingressi tra dirigenti e soci. Stiamo procedendo anche per quanto riguarda l’iscrizione nel registro CONI come ASD. 
La mia domanda è la seguente: possiamo procedere a cessare l’attuale partita iva e crearne una nuova senza rischiare nulla per quanto riguarda il titolo sportivo?
 
QUESITO N.38 >>> La nostra Asd registrata regolarmente dal 2008 al Coni e Figc ha usufruito del regime fiscale agevolato per l'iva facendo fatture di sponsor. 
Quest'anno la nostra associazione ha preso la concessione di un palazzetto dello sport e all'interno della struttura ha creato un punto ristoro autorizzato con rispettiva licenza commerciale per la somministrazione di alimenti e bevande. Chiedo: è possibile dividere il ricavato degli sponsor con agevolazione IVA per attività sportiva, da quello puro commerciale cioè del bar e della struttura? Avendo una sola P.IVA ?
 
QUESITO N.37 >>> Siamo in procinto di cambiare la sede legale della nostra ASD (probabilmente stesso comune) e volevamo avere in merito delucidazioni circa tutti gli adempimenti da svolgere (comunicazioni all'ag. delle entrate e alla LND ed eventuali costi). Inoltre dovremmo nominare anche un nuovo presidente, e anche in questo caso vorremmo avere delucidazioni in merito agli adempimenti da svolgere e se possiamo assolverli simultaneamente ai primi.
 
QUESITO N.36 >>> La nostra società svolge la propria attività agonistica presso un impianto sportivo comunale con terreno di gioco al limite della praticabilità. Da qualche giorno abbiamo provveduto a far redigere un progetto per la realizzazione del manto erboso con annesso impianto di irrigazione, e a tal proposito volevamo sapere se la federazione, o altri enti, finanziassero con contributi a fondo perduto (anche in parte) tale iniziativa.
 
QUESITO N.35 >>> Stiamo creando una ASD con l'obiettivo di iscriverla al prossimo campionato di serie D di calcio a 5. Vorrei chiedere un riepilogo di tutti gli adempimenti che dobbiamo svolgere per la messa in regola dal punto di vista fiscale, in modo da avere la possibilità di sottoscrivere contratti di sponsorizzazione/pubblicità e fatturarli regolarmente.
 
QUESITO N.34 >>> Siamo in regime forfettario Legge n.398/91 e non abbiamo versato l'Iva dovuta per il 2° trimestre 2010. Poichè l'associazione è esonerata dalla presentazione della dichiarazione Iva, si chiede se è possibile sanare la suddetta omissione per mezzo del ravvedimento operoso, entro il termine di presentazione della dichiarazione Iva per l'anno 2011 (30/09/2011). 
 
 
QUESITO N.33 >>> La nostra ASD è in regime 398/1991 e corrisponde compensi forfettari ai tecnici fino a 4.500 Euro nell'anno di imposta. Devo presentare il Modello 770, ma devono essere iscritti (e pagare) ENPALS?
 
QUESITO N.32 >>> La nostra ASD è in regime di 398/1991; vorrei sapere se è possibile tenere in luogo del registro ex dm 11/02/1997 il registro iva delle fatture emesse al fine di annotare i ricavi commerciali; si incorre in qualche sanzione?
 
QUESITO N.31 >>> Siamo un'A.S.D. in regime di 398/91. In questa stagione un'azienda, dopo aver con noi stipulato un regolare contratto di rapporto pubblicitario, ha chiesto di rescindere l'accordo. Avevamo già emesso la fattura e pagato regolarmente a Dicembre l'IVA, fidandoci di quanto fatto. Dato che non vogliamo intraprendere azioni legali, poiché l'Azienda un domani potrebbe comunque aiutarci, ci siamo resi disponibili a trovare una soluzione. Facciamo presente che l'Azienda non ha mai pagato la fattura. Loro ci hanno chiesto di fare una Nota di Credito. Si può fare? Oppure in alternativa come potremmo recuperare almeno l'IVA già pagata? 
 
 
QUESITO N.30 >>> Una a.s.d. in regime 398/91 il 30/09/2010 ha superato il plafond di 250.000 euro; pertanto, a partire dal mese di ottobre, dovrà calcolare l'Iva del 4° trimestre 2010 non più con il metodo forfettario, bensì con il metodo normale. Si chiede di conoscere il termine di scadenza del pagamento Iva relativa al suddetto 4° trim.2010 e quale codice tributo indicare sul mod. F24 (6034 oppure 6099).
 
QUESITO N.29 >>> La nostra società è già una S.S.D. ed è iscritta al CONI. A fine anno dobbiamo modificare la denominazione sociale, la sede sociale e la Partita Iva. Qual'è la documentazione necessaria per compiere correttamente queste operazioni? 
 
QUESITO N.28 >>> Sono Presidente da un anno di una ASD di Prima Categoria e sono subentrato al precedente Presidente (perché deceduto) principalmente per la mia qualità di sponsor. La società era stata oggetto di verifica (2006) e per il mancato versamento dell'IVA abbiamo ricevuto 3 giorni or sono le cartelle esattoriali. La somma da pagare è considerevole. Abbiamo la certezza che il vecchio Presidente abbia utilizzato per sé quel denaro e il dubbio che abbia fatto altrettanto nei 2 anni successivi. In capo a chi cadono le responsabilità? Economicamente non si naviga mai nell'oro... si chiude sempre sotto zero e il Presidente ripiana... Essendo all'oscuro di tutto quanto successo in precedenza, come posso salvare la Società centenaria che a causa di questa sanzione chiuderebbe?
 
QUESITO N.27 >>> Sono il Presidente di una ASD in regime di 398/91, vorrei sapere se la tassazione IRES avviene sui ricavi commerciali fatturati oppure sui ricavi commerciali incassati nell'anno di imposta.
 
QUESITO N.26 >>> Non avendo partita iva, avendo una società in regime fiscale forfettario, in base alla legge 398/91, volevo cortesemente sapere quale documentazione è valida per un eventuale sponsorizzazione per la ditta ai fini di deduzione fiscale delle spese di sponsorizzazione sostenute, e che cosa eventualmente la ditta recupera.
 
QUESITO N.25 >>> Una società sportiva che da 10 anni non fa più attività con la FIGC, né con altre federazioni, può continuare ad usufruire delle agevolazioni della legge 398/91? Il proprio impianto è stato locato per rimessaggio autocarri e la relativa IVA viene versata in regime della 398/91, così come le prestazioni pubblicitarie regolarmente fatturate.
 
QUESITO N.24 >>> Un'azienda commerciale quest'anno ha deciso di sponsorizzare la nostra società calcistica. L'importo della sponsorizzazione servirà per l'acquisto dell'abbigliamento sportivo. La mia società calcistica gli ha proposto, anziché farci sponsorizzare, di far fatturare al fornitore il materiale direttamente alla sua ditta. Cosa cambia a livello fiscale e di benefici fiscali, tra avere fattura di sponsorizzazione dalla società calcistica o dal fornitore del materiale? Nella fattispecie noi società di calcio asd dobbiamo emettere fattura allo sponsor anche nel caso in cui il corrispettivo sia costituito da beni?
 
QUESITO N.23 >>> Il Presidente della ns. a.s.d. non ha pagato l'Iva negli anni 2007, 2008, 2009 all'insaputa del Consiglio Direttivo vigente in quegli anni. Dopo un accertamento fiscale da parte della SIAE è emersa tale omissione. L'Agenzia delle Entrate ha inviato al Presidente le cartelle di pagamento. Il responsabile è esclusivamente il Presidente o anche la nostra a.s.d.?
 
QUESITO N.22 >>> I premi di preparazione sono soggetti ad Iva? E come vengono tassati?
 
QUESITO N.21 >>> Potrei avere chiarimenti sulla rendicontazione degli incassi e dei pagamenti per gli enti sportivi dilettantistici ?
 
QUESITO N.20 >>> Si potrebbero avere chiarimenti in relazione alle modalità di presentazione del Mod.EAS, previsto dall'art.30 del D.L. 29.11.2008,n.185, convertito, con modificazioni, dalla L. 28.01.2009, n.2, in caso di variazione dei dati identificativi del rappresentante legale dell'associazione? 
In particolare, si chiede di conoscere se nel caso in cui cambi il rappresentante legale (Presidente) o intervenga una variazione dei dati relativi all'associazione debba essere presentato, entro il 31 marzo dell'anno successivo a quello in cui si è verificata la variazione, un nuovo modello di comunicazione.
 
QUESITO N.19 >>> Si chiede di conoscere se è obbligatoria la vidimazione del registro IVA di cui al D.M. 11/02/1997.
 
QUESITO N.18 >>> Un'associazione sportiva dilettantistica senza personalità giuridica accusa nei confronti del Fisco un debito di una certa consistenza per Iva non versata relativa a diverse annualità. Precisato che l'importo del debito non ha mai superato, in ciascuna annualità, l'importo di euro 50.000, si chiede di conoscere se per il pagamento dell'intero debito risponde solo l'associazione con il proprio fondo comune (quasi nullo) o se, invece, può essere chiamato a risponderne solidalmente anche il presidente dell'associazione in carica nei vari periodi in cui si è formato tale debito. Sembrerebbe che la Sentenza n.19486 del 10/09/2009 emessa dalla Corte di Cassazione, escluderebbe tale eventualità, ma poichè emergono interpretazioni difformi tra loro di detta sentenza, sarebbe gradito avere un vostro parere al riguardo.
 
QUESITO N.17 >>> Dal 2005 sono presidente di una A.S.D.regolarmente affiliata; si chiede di sapere se devo rispondere in solido del pagamento di una parcella presentata da un professionista per consulenza prestata all'associazione e mai pagata.
 
QUESITO N.16 >>> I movimenti di cassa, nello specifico il pagamento della quota sociale annuale di un ASD, qualora sia superiore ai 516,46 euro, deve essere effettuato mediante uno strumento rintracciabile (bonifico, assegno) o può essere incassato in contanti? Qualora fosse obbligatoria la rintracciabilità della movimentazione, e la riscossione della quota sociale avvenisse a rate semestrali inferiori alle 516,46 euro, si può incassare contante?
 
QUESITO N.15 >>> Vorrei sapere se una volta superato il plafond di Euro 250.000,00 nell'esercizio 2010/2011 ed essendo quindi passati automaticamente al regime ordinario (per il periodo successivo al superamento), l'anno dopo (nella stagione 2011/2012) è possibile tornare al regime agevolato oppure siamo costretti a rimanere in quello ordinario? E nel secondo caso, per quanto tempo? Ossia, se nell'esercizio successivo (2011/2012) rimaniamo sempre al di sotto della soglia di Euro 250.000,00, possiamo tornare al regime agevolato l'anno dopo (2012/2013)?
 
QUESITO N.14 >>> Ad alcuni giocatori, oltre ad un compenso di euro 750 mensili si vuole riconoscere un rimborso spese giornaliero per i km percorsi quotidianamente e per il vitto e/o l'alloggio a cui penserebbero i giocatori direttamente. Si chiede di sapere se il rimborso spese giornaliero suddetto è soggetto o meno a tassazione.
 
QUESITO N.13 >>> Vorei sapere che codice bisogna dare all'agenzia delle entrate per l'apertura di partita iva, dato che siamo una nuova società che si iscriverà al prossimo campionato.
 
QUESITO N.12 >>> Sono il nuovo presidente di una società dilettantistica che ha richiesto il cambio di nome e sede sociale mantenendo la stessa matricola della vecchia denominazione sociale. Può la nuova associazione che rappresento da poco - essendo stato nominato presidente - emettere fatture o ricevere fatture (acquisti/vendite) nel frattempo che dalla FIGC di Roma venga ratificato il cambio di denominazione sociale? Può anche fare uso della nuova denominazione - per esempio sito internet, carta intestata - per la nuova stagione iniziata da poco?
 
QUESITO N.11 >>> La nostra è una A.s.d. senza personalità giuridica. Siamo intenzionati a trasformarla in un'A.s.d. con personalità giuridica. Come ci dobbiamo comportare, quale la prassi da seguire? Ovviamente mantenendo sempre il principio della non distribuzione degli utili tra i soci.
 
QUESITO N.10 >>> A livello fiscale, dovendo aprire una scuola calcio del Colleatterrato, è possibile avere due partite iva per una migliore contabilità?
 
QUESITO N.9 >>> Sono un presidente di una A.S.D. e il direttivo dell'Associazione mi ha proposto per la prossima stagione di eleggere insieme a me un'altro presidente, ovvero la A.S.D. avrà poi due co-presidenti. A livello fiscale e' possibile avere 2 presidenti della stessa associazione? E se si' possono svolgere entrambi in modo disgiunto qualsiasi operazione o devono per forza firmare qualsiasi atto entrambi? Poi in generale vorrei degli approfondimenti sulla fattibilita' dei co-presidenti.
 
QUESITO N.8 >>> In caso di fusione tra due società sportive calcistiche dilettantistiche, la nuova società si accolla i debiti delle società fuse? Qual'è la normativa di riferimento?
 
QUESITO N.7 >>> essendo un presidente di calcio dilettantistico di una società che milita in seconda categoria, volevo chiedervi, in regime di I.V.A. agevolata con la A.S.D., come si determina Sponsor o Pubblicita' per sapere l'I.V.A. da versare se al 50% o al 90%? O meglio, qual'e' l'esatta dicitura da riportare in fattura riguardante lo sponsor (o marchio dell'azienda che eroga un contributo) o per la fattura di pubblicità di una ditta? 
 
QUESITO N.6 >>> Nel mese di aprile 2010 è stato superato il plafond di ricavi di euro 250.000 e, quindi, si sono persi i requisiti per usufruire di tale agevolazione dal mese successivo (maggio). La domanda è la seguente: ai fini fiscali andrò a compilare in dichiarazione un unico quadro "RG" nel quale andrò ad esporre sia la parte di ricavi determinati forfetariamente e sia la parte di ricavi che avranno superato il plafond. Nel dettaglio mi comporterò nel seguente modo: al rigo RG2 colonna 2 indicherò i ricavi in regime forfetario mentre al rigo RG2 colonna 3 l'importo complessivo comprendente anche la parte eccedente i 250.000 euro del plafond ammesso. Al rigo RG21 indicherò l'importo dei "componenti negativi" in regime forfetario. E' corretto tale comportamento? Essendo il periodo sociale di riferimento compreso tra il 1° luglio 2009 ed il 30 giugno 2010, la dichiarazione annuale IVA andrà presentata in forma autonoma entro il 31 luglio (30 settembre)2011 e comprenderà solo la parte eccedente il superamento del plafond?
 
QUESITO N.5 >>> Faccio parte del Direttivo di una associazione sportiva dilettantistica operante nel settore calcistico. Quest'anno avevamo intenzione di attivare il settore giovanile e la "scuola calcio" per ragazzi che vanno da 6 a 18 anni; siamo intenzionati a far versare ad ogni singolo atleta una quota di iscrizione fissa e una quota mensile sempre di importo fisso utilizzabile dall'associazione come rimborso spese a sostenimento dell'attività. 
E' giusto inquadrare questi proventi come entrate istituzionali? Sono quindi esenti da Iva e imposte? Vi è differenza tra i proventi di questo genere percepiti da minori di età (atleti) e quelli percepiti da maggiorenni (anch'essi atleti)?
 
QUESITO N.4 >>> Vorrei sapere se sulle ricevute per i rimborsi spese e i premi e compensi erogati ai giocatori delle società ed associazioni sportive dilettantistiche deve essere applicata la marca da bollo da euro 1,81.
 
QUESITO N.3 >>> Sono il Presidente di una associazione sportiva dilettantistica che finora ha svolto in via esclusiva attività istituzionale. Per raccogliere i proventi da una attività commerciale di pubblicità siamo costretti ad aprire la partita IVA ecc... Si può avere un riepilogo degli adempimenti da soddisfare a seguito dell'apertura della partita IVA?
 
QUESITO N.2 >>> Un'associazione sportiva dilettantistica in regime 398/91 può erogare premi partita e rimborsi forfettari ad atleti minorenni? Se si, tali somme devono essere considerate nella dichiarazione dei redditi del genitore? Se un genitore ha più figli, il limite dei 7.500 euro deve intendersi per percipiente, a prescindere che siano poi dichiarati dal genitore che è unico?
 
QUESITO N.1 >>> Sappiamo che, pur non ricorrendone l'obbligatorietà, si consiglia la registrazione a tassa fissa dei contratti di pubblicità stipulati dalle Associazioni Sportive Dilettantistiche e le ditte inserzioniste. Si desidera sapere se è dovuta l'applicazione del Bollo sulla modulistica contrattuale, o se non può invocare l'esenzione e se la sottoscrizione del contratto tra le parti con la relativa registrazione può tutelare le parti stesse da un'eventuale contestazione da parte dell'Ente verificatore (Guardia di Finanza, Agenzia delle Entrate) sulla veridicità della prestazione.
 

 

Associazioni sportive dilettantistiche    (4 argomenti)
- 4 Cambiano gli statuti delle associazioni sportive
Termine aperto per l'adeguamento degli statuti delle associazioni sportive dilettantistiche. Ma prima si provvede meglio è: il rischio è quello di vedersi respingere l'affiliazione e il venir meno delle agevolazioni fiscali.
- 3 int: Gli incassi e i pagamenti per le associazioni sportive
Come effettuare gli incassi e i pagamenti nelle associazioni sportive dilettantistiche che hanno optato per il regime speciale ex legge 398/91.
- 2 int: I compensi agli sportivi dilettanti 2
I premi corrisposti agli atleti. I criteri di determinazione dei redditi percepiti dagli sportivi dilettanti. Le modalità di tassazione - Ritenuta a titolo di imposta e ritenuta a titolo di acconto. Rimborsi spese.
- 1 int: I compensi percepiti dagli sportivi dilettanti 1
Le nuove modalità di tassazione dei compensi corrisposti agli atleti, dalle associazioni sportive dilettantistiche, previste dall'art.37 della Legge n. 342 del 21/11/2000.

le vostre osservazioni e segnalazioni sui nostri servizi saranno da noi utilizzate per migliorare il servizio offerto