il mondo unito il sito del non profit

CENTRO STUDI E RICERCA DI DIRITTO   FISCALE DELL'ECONOMIA DEL NON PROFIT
E TANTO ALTRO ANCORA 
 


ilmondounito@libero.it

Infoline339/77 32 345 - 347/17 96 007 

- 328/ 35  31 764 

 

il mondo unito fornisce al terzo settore un supporto informativo per la risoluzione di problemi di rete; legislazione e tributi, questioni legali, finanziamenti, problematiche:
amministrative, civilistiche, fiscali, contabili, previdenziali, lavorative, ecc. ecc.-  inviaci la tua email - con le tue richieste   

DOMANDE:  Materia Civilistica

 

Titolo Domanda
001. Quali sono gli elementi che potrebbero impedire ad una OdV di iscriversi o conservare l’iscrizione nel Registro Regionale del Volontariato e la potrebbero invece destinare solo al Registro della Promozione sociale?
002. Deve “passare” alla promozione una OdV già struttura locale di una associazione che ottiene l’iscrizione al registro nazionale della promozione sociale?
003. Siamo una associazione con scrittura privata registrata. Abbiamo saputo che esiste il registro sul volontariato e sull’ associazionismo. Quali sono le principali differenze tra i due regimi?
004. Come si compila il verbale delle riunioni di assemblea in modo corretto?
005. Quale tipo di associazione possiamo costituire?
006. Il registro degli aderenti di un’organizzazione di volontariato deve essere vidimato e bollato?
007. Cosa dobbiamo fare per costituire una OdV?
008. Cosa dobbiamo fare per modificare lo Statuto?
009. Cosa è una Associazione di secondo livello?
010. Siamo una organizzazione di volontariato e abbiamo intenzione di iscriverci al registro del volontariato. Quali criteri dobbiamo seguire?
011. Quali sono le associazioni riconosciute e quali differenze ci sono con le associazioni iscritte al registro regionale del volontariato?
012. I circoli ricreativi aperti solamente ai soci devono redigere annualmente un prospetto delle entrate e delle uscite?
013. Dobbiamo aggiungere alla denominazione dell’OdV l’acronimo ONLUS? L’associazione deve per forza chiamarsi “di volontariato”?
014. Cosa si deve fare per passare da associazione ONLUS a organizzazione non governativa (ONG)?
015. Cosa dobbiamo fare se variamo la sede?
016. Che cosa prevede il nuovo riconoscimento legislativo del non-profit per le associazioni di promozione sociale?
017. Cosa si deve fare per assumere la qualifica di ONLUS?
018. Cosa si deve fare per iscriversi all’Anagrafe unica delle ONLUS?
019. Possiamo ammettere come soci delle persone minorenni? Che diritti hanno?
020. Un’organizzazione di volontariato può ricevere delle sponsorizzazioni da soggetti terzi?
021. Quali sono le principali norme a cui fare riferimento in tema di volontariato?
022. Come si può diventare soci di un’organizzazione di volontariato ovvero rinunciare a tale qualifica?
023. Come ci dobbiamo comportare nel caso di dimissioni o di cessazione dalla carica di più soggetti del Consiglio Direttivo?
024. Dobbiamo registrare l’atto costitutivo e lo statuto? Cosa si intende per registrazione? La registrazione comporta qualche spesa?
025. Le persone giuridiche, gli enti o altre associazioni possono essere soci di una organizzazione di volontariato?
026. Possiamo costituire in Italia una OdV formata esclusivamente da soci stranieri o extracomunitari? Per fare parte di una OdV lo straniero deve essere “regolare”?
027. Abbiamo dei doveri in materia di privacy? Cos’è l’informativa? Dobbiamo chiedere il consenso per il trattamento dei dati personali? Ci sono regole particolari in caso di trattamento di dati sensibili, sanitari o giudiziari?
028. Se usiamo dei computer che misure di sicurezza dobbiamo adottare per la privacy?
029. Che cos’è il Documento Programmatico sulla Sicurezza (DPS)?
030. Se non utilizziamo computer che misure di sicurezza dobbiamo adottare per la privacy?
031. Quali sono le sanzioni che possono colpire l’OdV in caso di violazione delle regole della privacy? Ma cosa giustifica tutti questi adempimenti formali e delle sanzioni così pesanti?
032. Quando e come dobbiamo convocare l’assemblea e il Consiglio Direttivo? E’ necessaria la redazione di un verbale per ogni riunione?
033. E’ possibile votare in assemblea con la delega di altri soci?
034. In quali casi il socio può essere escluso dall’OdV? Il mancato pagamento della quota associativa annuale determina l’automatica esclusione dell’associato?
035. Chi deve eleggere il Presidente dell’OdV?
036. Possiamo dotarci di un regolamento interno? Quali caratteristiche può avere?
037. I soci di una associazione hanno il diritto di accesso al registro soci?
038. Se vogliamo operare per breve tempo e senza grandi formalità possiamo costituire un comitato? In che cosa il comitato è differente dall’OdV?
039. Quali vantaggi comporta per l’OdV l’iscrizione al Registro Regionale del Volontariato? Come si chiede l’iscrizione?
040. Come ci dobbiamo comportare per ammettere (iscrivere) un socio? E’ obbligatorio dare una tessera? Chi deve decidere l’ammissione?
041. Può una OdV rifiutare l’iscrizione di un aspirante socio che è in possesso dei requisiti indicati nello statuto e si impegna a svolgere l’attività di volontariato secondo le finalità statutarie? Può una OdV sospendere le ammissioni?
042. Cosa dobbiamo fare per chiudere l’OdV?
043. Quali sono i compiti del collegio dei revisori di un’odv?
044. Un consigliere di un’odv che è anche socio della stessa può votare nell’assemblea di approvazione del bilancio?
045. Quale forma deve essere adottata per modificare lo statuto di un’odv per non produrre conseguenze sulla propria iscrizione nel registro regionale?
046. La modificazione dello statuto di un’odv che in sede di costituzione ha redatto lo statuto in forma di atto pubblico deve avvenire presso il notaio?
047. E’ obbligatorio inserire nello statuto un termine di durata dell’associazione?
048. Un comitato può assumere la qualifica di ONLUS?
049. Si può prevedere nello Statuto che il mancato pagamento della quota associativa sia causa di automatica esclusione del socio?
050. Può iscriversi al Registro regionale del volontariato una sezione territoriale di una associazione nazionale?
051. Un’associazione di volontariato affiliata ad un’associazione nazionale può “staccarsi” da quest’ultima?
052. E’ possibile pubblicare fotografie in cui siano presenti anche dei minori?
053. Cosa succede se un’associazione scopre l’esistenza di un soggetto omonimo?
054. Quando un’organizzazione di volontariato si cancella dal registro regionale rimane ONLUS?
055. Si può costituire un comitato di scopo ONLUS destinato a concludere la sua esistenza non appena si sia raggiunto il quantum necessario, ovvero, acquisire un bene strumentale (ambulanza) da destinare ad una istituzione terza?
056. Una OdV può essere nominata amministratore di sostegno?

 

COME SI COSTITUISCE UNA ASSOCIAZIONE
Quale forma deve avere uno statuto per la costituzione di una associazione?

DURATA DELL'ASSOCIAZIONE E DELLE CARICHE ASSOCIATIVE
Nello statuto, è necessario inserire un articolo relativo alla durata dell'associazione?
Le cariche possono essere annuali e non quinquennali?

BENEFICI CIVILISTICI E TRIBUTARI DELLA FIGURA ASSOCIATIVA
La nostra associazione svolge prevalentemente attività didattica in favore di bambini dai sei ai dodici anni (soci e non ). Dobbiamo modificare la forma giuridica dell'ente, oppure possiamo, pur in presenza di una attività prevalentemente commerciale, mantenere immutata la nostra struttura? Premettiamo che solo gli insegnanti percepiscono compensi dall'associazione.

CAMBIAMENTO DELLA SEDE DELL'ASSOCIAZIONE
L'associazione che non si trova più in possesso di una sede, chiede se questo pregiudichi la rielezione del presidente che si trova allo scadere della sua carica.

APERTURA DI NUOVA SEDE DI UNA ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO NAZIONALE
Un'associazione di volontariato a carattere nazionale, divisa in delegazioni, ha la propria sede legale della delegazione Toscana a Livorno; questa delegazione ha poi altre sedi operative sparse su diverse province. E' stato ora chiesto all'associazione di aprire una nuova sede a Firenze, come deve comportarsi?

TENUTA DEI LIBRI SOCIALI E LEGGE SULLA PRIVACY
La scrivente associazione desidera avere dei chiarimenti sul libro soci e in particolare:
1) dati che devono risultare per ogni socio;
2) se può essere tenuto meccanograficamente;
3) se deve essere vidimato inizialmente;
4) se in base alla legge sulla privacy è necessario avere delle autorizzazioni specifiche dai soci.

ACQUISIZIONE DELLA QUALIFICA DI ONLUS DI UN COMITATO
Un comitato vorrebbe sapere come diventare una ONLUS. Chiede inoltre se sia sufficiente l'atto costitutivo o sia necessario comunque uno statuto.

SCISSIONE DI UN COMITATO
Quanti soci devono essere presenti alla deliberazione per la proposta di divisione di un comitato?

MODALITA' DI SCIOGLIMENTO DI UNA ASSOCIAZIONE
Come si deve procedere allo scioglimento di una associazione?

MODALITA' PER IL RICONOSCIMENTO DI UNA O.N.G.
Come è possibile fare per richiedere il riconoscimento di organizzazione non governativa?

DONAZIONE DI IMMOBILE
Una associazione (ONLUS), si trova nella possibilità di ricevere una donazione di un bene immobile da parte di un'altra associazione in fase di scioglimento.
Vorrebbe conoscere:

· Quali presupposti devono esistere nell'associazione donante e nella donataria perché la donazione possa perfezionarsi?
· Esiste un problema di riconoscimento e/o autorizzazione per l'associazione donataria? Se si la nuova normativa anche nelle varie circolari non prevede alcunché? E' possibile avere maggiori dettagli sulla procedura di riconoscimento e/o autorizzazione?
· Qual è il trattamento fiscale riservato alle donazioni sia per l'associazione donante non ONLUS che per la donataria ONLUS?

DONAZIONE MODALE
La nostra associazione ha ricevuto una donazione in denaro per sostenere l'attività di studio e ricerca di nuove terapie per le popolazioni affette da emofilia. Nell'atto di donazione si fa esplicito riferimento affinché i fondi siano destinati all'erogazione di due borse di studio intitolate alla memoria. Quali costi sono ammissibili nella erogazione di una borsa di studio?
Esiste una bozza di contratto cui fare riferimento?

Forma giuridica di un'associazione che si occupandi disagio sociale e status di socio
Un gruppo di ragazzi intende costituire un’associazione che si occupa di disagio sociale, in particolare verso soggetti con disturbi dell’alimentazione. Ad una prima fase di sensibilizzazione in cui verranno promossi incontri e discussioni sul tema, dovrebbe subentrare nel medio periodo una seconda fase di intervento specifico come ad esempio : corsi di pittura finalizzati al recupero sociale e con un impegno operativo e professionale dei soci.
E’ stato redatto uno statuto per un ente non commerciale, o ente di tipo associativo anche se a giudizio dei promotori un’associazione di volontariato potrebbe essere un’idonea formula di avvio delle proprie attività.
Si vorrebbe sapere: dal momento che l’associazione prevede una prima fase di sensibilizzazione e una successiva di tipo operativo e professionale quale potrebbe essere la migliore formula associativa : volontariato o ente di tipo associativo? Quali eventuali modifiche occorre apportare allo statuto? Esiste incompatibilità tra l’essere contemporaneamente socio di una cooperativa sociale e di questa nuova associazione? L’eventuale successiva trasformazione da associazione di volontariato a ente non commerciale comporterebbe lo scioglimento e la devoluzione dei beni oppure no?

Il socio come fruitore dei servizi dell'associazione

Un’associazione di volontariato iscritta all’A.R si occupa di minori offrendo attività di aiuto e recupero scolastico e attività ricreativa e/o motoria presso la propria sede o presso piscine, etc.Vorrebbe avere dei chiarimenti in merito ai soci. Per effettuare la propria attività nei termini previsti dalla legge usufruendo delle agevolazioni, i destinatari dei propri servizi devono essere soci, oppure questa condizione non è così tassativa. In altre parole i bambini o i loro genitori, possono o devono essere soci perché l’associazione di volontariato sia in regola?

Responsabilità degli amministratori
Sono membro del consiglio direttivo di una associazione non riconosciuta ai sensi 
degli art. 36 e segg. del c.c. Quali sono le responsabilità cui potrei andare 
incontro nella gestione dell’ente?
Dimissioni del presidente di un'associazione
Il Presidente di un’associazione di volontariato non iscritta al registro 
del volontariato e costituita con scrittura privata registrata chiede:

• Il Presidente ha intenzione di dimettersi e vorrebbe sapere qual è la procedura 
più corretta, considerando che lo statuto non prevede niente a proposito;
• Il cambiamento delle cariche a chi deve essere comunicato e con quali modalità;
• Dimettendosi dalla carica, perde anche la qualifica di socio? Ove questa permanesse, 
quali responsabilità avrebbe nei confronti delle attività associative portate avanti 
dal nuovo presidente?
• La sede dell’associazione è presso la residenza dell’attuale presidente, 
quale procedura è necessario seguire per spostare la sede in altro luogo? 
E’ necessario comunicare il cambiamento di sede all’ufficio del Registro? 
Con quali modalità?
• Probabilmente l’attuale vice presidente verrà a ricoprire la carica 
di presidente, ma nel caso in cui rifiutasse e non si trovasse nessuno per ricoprire 
questa carica e fosse necessario sciogliere l’associazione, quale procedura dovrebbe 
essere seguita?
Scioglimento dell'associazione
L’Associazione **** si è costituita in data *** con atto pubblico registrato a***. 
Successivamente con un assemblea sono state apportate alcune modifiche alla Statuto. 
Lo Statuto modificato è stato registrato due anni dopo agli Atti Civili. 
Due anni dopo l’Associazione è stata iscritta nel Registro regionale del volontariato. 
Con un’Assemblea straordinaria si è deliberato lo scioglimento dell’Associazione. 
Si richiede parere per quanto segue:
Per formalizzare lo scioglimento dell’Associazione è sufficiente registrare agli 
atti civili il verbale dell’Assemblea o è necessario ricorrere ad atto notarile ? 
A quali enti va notificato lo scioglimento? Essendo un Coro i beni dello stesso 
dovevano essere devoluti, secondo quanto indicato nell’Assemblea, alla Basilica. 
I beni sono devoluti per un valore di circa 500. E’ possibile mantenere la 
destinazione espressa dall’Assemblea? Quali altri adempimenti sono eventualmente 
necessari? Per la procedura di cancellazione dal registro atti civili è necessaria 
la presenza del notaio? Se in un’assemblea si è deliberato per la devoluzione dei beni 
alla Basilica e nello statuto si parla di devoluzione ad ONLUS, è ammissibile la deliberazione 
dell’Assemblea?
Testamento a favore  delle associazioni
Un soggetto che vuol fare testamento a favore di una associazione chiede come deve fare
e quali sono le spese a carico dell’Associazione beneficiaria che è stata anche eretta 
Ente morale.

Scioglimento associazione

Sono membro fondatore di una associazione culturale che negli anni ha perso il sostegno e l’interesse dei propri soci. Considerando che non vi è stata alcuna conferma d’iscrizioni per i tempi richiesti dalla prassi comune, si può considerare tale progetto estinto già da molto tempo.

Richiedo pertanto tutta la documentazione specifica per attivare la definitiva cancellazione dell’associazione, dichiarando che essa non ha né utili né proventi avanzati dalle proprie iniziative.

Amministratore di sostegno

In riferimento alla figura dell’amministratore di sostegno introdotto dalla Legge n. 6 del 9 Gennaio 2004, si desidera richiedere informazioni chiare e dettagliate in merito ai seguenti punti:
- Tale figura è obbligatoria? In caso affermativo in quali situazioni? Ed eventualmente non venga nominato cosa succede?
- Quali funzioni può esercitare autonomamente il soggetto con handicap? Quali invece deve esercitare l’amministratore di sostegno? A chi deve rendere conto e di che cosa?
-  Chi può, oltre al soggetto stesso ed ai suoi familiari, legittimamente richiedere la nomina dell’amministratore di sostegno?

Assicurazioni

La L. 266/91 obbliga le associazioni ad assicurare i propri iscritti, e il D.M.14/02/92 prevede che le associazioni abbiano un registro degli aderenti, numerato progressivamente, bollato in ogni foglio e tutti i volontari devono essere annotati.
Alla luce della legge 107/90, sulla donazione del sangue e relativi decreti, le associazioni sono tenute a comunicare i propri donatori al Centro Trasfusionale e quindi alla USL di competenza: di norma è la USL che assicura i donatori.
I gruppi sono tenuti a tenere nel proprio registro, oltre ai nomi dei dirigenti, a scrivere anche quelli di tutti i donatori, oppure basta la comunicazione al Centro trasfusionale/USL?

Assicurazione per attività sportive

La nostra Associazione svolgerà le sue attività istituzionali all’interno di un’area verde sportiva, attrezzata di vari impianti (campi da tennis – campo da calcetto , campo da pallavolo). L’area verde sportiva con tutti gli impianti sono affittati all’Associazione da un privato.
L’utilizzo dei suddetti impianti è riservato ai soli iscritti e a quelli che si iscriveranno.
Per quanto riguarda l’assicurazione, come dobbiamo comportarci?
L’essere socio di un'Associazione ONLUS è sufficiente per poter usufruire degli impianti o per legge occorre munirsi di particolari coperture assicurative? 
Per chi pratica Sport o comunque partecipa a tutte le attività della vita associativa c’è bisogno di assicurazioni obbligatorie, e se sì quali e in che modo bisogna comportarsi?

le vostre osservazioni e segnalazioni sui nostri servizi saranno da noi utilizzate per migliorare il servizio offerto