il mondo unito il sito del non profit

CENTRO STUDI E RICERCA DI DIRITTO   FISCALE DELL'ECONOMIA DEL NON PROFIT

E TANTO ALTRO ANCORA
 


ilmondounito@libero.it

Infoline339/77 32 345 - 347/17 96 007 

- 328/ 35  31 764 

 

il mondo unito fornisce al terzo settore un supporto informativo per la risoluzione di problemi di rete; legislazione e tributi, questioni legali, finanziamenti, problematiche:
amministrative, civilistiche, fiscali, contabili, previdenziali, lavorative, ecc. ecc.-  inviaci la tua email - con le tue richieste   

Il Centro Studi e Ricerca di Diritto Fiscale dell' Economia del Non Profit, il mondo unito, di seguito detto semplicemente Centro, offre servizi alle associazioni di volontariato, cooperative, o.n.l.u.s., aziende e imprese non profit quali consulenze legali, fiscali, amministrative, progettuali e grafiche, corsi di formazione on-line per tutti e per volontari, centro legislativo, banche dati e documentazione, servizi di base, quali pc, Internet e fotocopie, informazioni specializzate e ricerche bibliografiche, Siti.

1 finalità e servizi

dopo un lungo periodo di " far west", si può dire che il panorama normativo sul volontariato negli ultimi anni si è consolidato ed è diventato più chiaro, questo ovviamente ha portato anche ad una certa confusione tra leggi contrastanti ed interpretazioni forvianti. Il nostro scopo è di riportare fedelmente i testi delle varie leggi, circolari o regolamenti creando un indice quanto più aggiornato possibile per permettere a tutti di farsi un'idea sulle leggi che regolano il mondo del volontariato. Tali normative possono anche ricomprendere gli specifici settori in cui operano le singole associazioni.

IL CENTRO SVOLGE I SEGUENTI COMPITI

  1. Apporta strumenti ed iniziative per la crescita della cultura della solidarietà, dello sviluppo d’iniziative ed il rafforzamento di quelle esistenti;
  2. Offre consulenza ed assistenza qualificata nonché strumenti per la progettazione, l'avvio e la realizzazione di specifiche attività;
  3. Assume iniziative di formazione e qualificazione nei confronti dei privati o degli aderenti ad organizzazioni di volontariato;
  4. Offre, inoltre, notizie, documentazione e dati sulle attività di volontariato locale, nazionale, su organismi registrati e non registrati nei registri regionali o comunali, costituite e non costituite;
  5. Favorisce direttamente o indirettamente alle organizzazioni di volontariato servizi e prestazioni contenuti in specifici progetti, organicamente formulati, promossi dalle stesse organizzazioni o da proporre dal nostro centro ;
  6. La formazione continua e per noi momento fondamentale ed aggregante perciò il centro promuove corsi di formazione on-line da svolgersi direttamente nella sede dell'ente richiedente attraverso e-mail. Rompendo cosi i costi legati ai tradizionali corsi di formazione, con un risparmio per l'ente richiedente del 75 % sui costi di formazione (si pensi alla trasferta, al vitto, all'alloggio) e naturalmente allo stress per seguire un corso di formazione, se non due contemporaneamente in sedi diverse cosi facendo il nostro metodo vi permette di avere tutto il materiale di un corso tradizionale compresi i lucidi, sempre spiegati e mai consegnati.

I CLIENTI
dobbiamo insomma essere agguerriti, in termini di formazione manageriale. Per tali motivi le organizzazioni non profit più realistiche e lungimiranti sempre maggiormente investono sulla formazione manageriale del personale interno, per lo più giovani tra i 25 e 40 anni, a cui si affidano per l'efficace espletamento della mission. I consorzi di cooperative sociali, le associazioni di volontariato e le organizzazioni non governative, sono principali committenti. 

Vi sono tre principali barriere d'accesso alla formazione manageriale: barriere architettoniche, tempo e costi. 

Le barriere architettoniche: sono quelle che si presentano ai disabili quando seguono un corso di formazione o chiedono informazioni ad uno sportello, per loro i disaggi iniziano dal tipo di mezzo per raggiungere la sede del corso, si pensi al trasporto pubblico (treno, autobus, tram) per non finire con la struttura. Con questo metodo potranno formarsi persone che ancora oggi sono tagliate fuori dalla riqualificazione professionale, non per loro capacità ma per loro impossibilità fisica a seguire i corsi.

Tempo: i dirigenti non profit - o aspiranti tali, sono persone ovviamente molto impegnate e prese nell'emergenza quotidiana, che hanno bisogno di concretezza, di migliorare rapidamente le loro competenza livello "del saper fare" e del "saper essere", che dopo il corso devono "gestire le cose realmente meglio di prima"

Costi: come conciliare i budget molto ridotti destinati alla formazione con l'esigenza improrogabile di formarsi molto, molto seriamente ?
la risposta più efficace a queste barriere d'accesso molto reali è la formazione a distanza, ed in particolare i master a distanza, una formula che garantisce una formazione sostanziosa ed adeguata ad esigenze "serie". A parità di qualità, la formazione a distanza costa meno di un quarto (il 75% per cento in meno!) sia in termini di risorse economiche che di tempo (e di stress) permette ad un organizzazione non profit di formare il personale in qualsiasi luogo del mondo collegato ad Internet, di formare numerosi operatori contemporaneamente e con un altissimo roi (retourn on investement) grazie al taglio netto delle spese di trasferta (viaggio, vitto, alloggio tempo di lavoro perso, tempo personale tolto a se stessi ed alla propria famiglia), consente di acquisire ed archiviare il corso anche in presenza di turn over di personale: il materiale acquisito può poi essere studiato anche da altri (salvo aggiornamenti e integrazioni).

Punti di forza

Questa è la formazione a distanza più adatta al manager del non profit perché tale metodo "alleni" a gestire processi, motivazioni, ambienti complessi.

Questo è il modello di maggior successo elaborato negli ultimi anni il contesto è molto rilassante. Ad esempio si possono ricevere le lezioni via e-mail due volte a settimana, a casa o in ufficio, con le unità didattiche base e le esercitazioni

 - problem solving; studiarle quanto si a tempo (la sera o durante i fine settimana.) tramite password si può accedere al campus didattico, per gli approfondimenti, i forum, la socializzazione e il lavoro di gruppo, eventuali stimolazioni operative, eventuali chat, di materiale che interessi.  
Le classi "virtuali" saranno stimolate attraverso la formula del job club (compiti di gruppo, si lavora insieme per raggiungere obbiettivi comuni simulando situazioni reali) con un proficuo scambio di esperienze e buone prassi che avviene all'interno delle classi stesse. Fornendo una vivace rete, di conoscenze e apprezzamento tra corsisti che vediamo sempre pronti ad aiutarsi tra loro, scambiandosi informazioni, a volte anche opportunità di lavoro, come si dice ........ Fare rete divertendosi anche.          

Rispetto ai tradizionali corsi di formazione e aggiornamento dove vi e la necessità di spostarsi nella sede del corso in orari e giorni stabiliti, le nostre attività saranno svolte attraverso l'utilizzo delle nuove tecnologie (e-mail, floppy, cd-rom, dvd, utilizzando qualsiasi supporto presente e futuro o semplicemente su materiale cartaceo. Diventando cosi uno strumento agile e flessibile che, con un approccio operativo e pratico, offre un valido aiuto per tutti coloro che si occupano delle problematiche fiscali, civilistiche, amministrative, contabili e previdenziali legate al mondo del non profit in particolare (alle associazioni, alle o.n.l.u.s. e alle cooperative A) i corsi saranno articolati per livelli e aggiornati annualmente:

Punti critici
: rispetto ai tradizionali centri di formazione non ha particolarmente punti critici, visto che non bisogna avere una sede in un centro densamente popolato o una vetrina particolarmente accattivante, il collegamento con mezzi pubblici o aree di parcheggio destinate ai corsisti. Un punto critico è rappresentato dall'inapplicabilità di uno solo dei servizi del centro o dal fatto di non tenere presente l'esigenza dei corsisti sia per il materiale fornito sia per le richieste di eventuali approfondimenti. Questo metodo fa si che l'iniziativa sia vincente sotto tutti i punti di vista.     

Tratteranno dei seguenti argomenti;

Approfondimenti;
Schede operative e materiale di studio;
Rassegna di documentazione;
Attualità commentata dagli esperti;
Risposte ai quesiti.

Le attività e i servizi sono svolti a favore delle associazioni di volontariato e di tutti i cittadini che a vario titolo sono interessati al volontariato. Le attività svolte possono essere inquadrate in due tipologie:

1) servizi generali (o di 1° livello)

Attività d'ascolto e lettura dei bisogni delle associazioni e costruzione delle ipotesi di soluzione;

E' una delle attività più importanti dello sportello perché da il senso di mettersi al servizio, ponendo il volontariato (gli individui, i gruppi, le organizzazioni) a centro dell'attenzione da svolgere;

Informazione generale e orientamento sul volontariato e sulla normativa relativa;
Accesso a materiale di documentazione (è un servizio di acquisizione della principale documentazione sul volontariato e di gestione di una piccola biblioteca e emeroteca);
Produzione di realizzazioni e rapporti sul volontariato presente in Italia;
Promozione del volontariato e sensibilizzazione;
Supporto alla organizzazione di iniziative del volontariato;
Gestione di comunicazione in tempo reale sulle tematiche inerenti (via posta e utilizzando lo sviluppo della rete telematica)

2) servizi specialistici (o di 2° livello

Consulenza e assistenza giuridica legale;
Consulenza fiscale;
Assistenza amministrativa;
Predisposizione del bilancio di responsabilità sociale;
Consulenza finanziaria;
Marketing sociale;
Supporto allo sviluppo e consulenza organizzativa;
Gestione di attività formative o interventi formativi;
Consulenza alla realizzazione di attività formative;

Sostenere e qualificare l'attività di volontariato promossa dalle organizzazioni di volontariato presenti e operanti in Italia, iscritte e non iscritte nei registri regionali del volontariato, costituite e non costituite;

Attivare servizi a favore del volontariato favorendone la crescita organizzativa, culturale e sociale;

Promuovere con idonee iniziative la cultura della solidarietà;
Indirizzare i giovani verso percorsi conoscitivi di acquisizione e gestione dell'informazione a vantaggio del singolo e della collettività;

Il servizio consiste in uno spazio operativo e progettuale concretizzato in uno sportello aperto a tutti ed istituito per:

Organizzare un offerta di consulenza e di sostegno al volontariato e al terzo settore;
Offrire informazioni sulla legislazione nel campo sociale;
Progettare, organizzare e promuovere iniziative in linea con la prevenzione del disagio giovanile.

Questi servizi e attività detti anche "di sportello", sono coordinati direttamente dal centro e rivolti a realtà, ad organizzazioni del non profit, a professionisti esperti, attraverso convenzioni e contratti di consulenza e collaborazione stipulati. Per questo il centro intende promuovere, attraverso un sistema organico di servizi a favore delle organizzazioni di volontariato, le risorse espresse nelle e dalle diverse realtà associative, mettendo in rete coerentemente ciò che già esiste e che gli organismi di volontariato già realizzano in termini di servizi e di attività.
Valorizzare il patrimonio di ricchezza di risorse umane e di esperienze significa sostenere maggiormente le risposte di solidarietà in atto e quelle allo stato nascente promosse dalle organizzazioni di volontariato operanti in Italia e finalizzate principalmente alla tutela dei diritti umani e civili, alla individuazione e alla rimozione delle cause che determinano situazioni di disagio e di esclusione sociale, soprattutto nelle fasce più deboli della società, al rispetto dell'ambiente e alla crescita della cultura della solidarietà nella nostra società.

2-Obiettivi del centro


Gli obiettivi che concorrono al perseguimento di tali finalità sono i seguenti:

  1. Offrire strumenti e intraprendere iniziative per la crescita della cultura della solidarietà;
  2. Promuovere nuove iniziative di volontariato;
  3. Consolidare le iniziative esistenti;
  4. Offrire consulenze qualificate;
  5. Offrire assistenza tecnico - organizzativa alle organizzazioni già strutturate e a quelle allo stato nascente;
  6. Approntare e offrire strumenti per la progettazione, l'avvio e la realizzazione di attività specifiche;
  7. Promuovere e assumere iniziative di formazione e di qualificazione a favore degli aderenti ad organizzazioni di volontariato con particolare riguardo nei confronti di coloro che ricoprono cariche sociali (quadri dirigenti);
  8. Offrire informazioni, notizie, dati e documentazione sulle attività di volontariato locali, nazionali e internazionali;
  9. Fungere da punto di riferimento e da collegamento per le organizzazioni di volontariato che intendono operare in rete instaurando rapporti di comunicazione - collaborazione e scambio tra le varie realtà associative;.
  10. Favorire la comunicazione, la collaborazione e la complementarità tra organizzazioni di volontariato e Pubbliche Istituzione ed Enti Locali;
  11. Promuovere la cultura della solidarietà con idonee iniziative di volontariato tra le giovani generazioni;
  12. Stabilire rapporti di collaborazione e scambio di esperienze tra il Centro e le associazioni operanti in Italia, favorendo, tra l'altro, scambi e gemellaggi tra le organizzazioni di volontariato;

3-Il Portafoglio - Servizi


Il centro intende offrire servizi raggruppabili nelle sei aree riportate di seguito:

  1. CONSULENZA E ASSISTENZA
  2. RICERCHE, STUDI E DOCUMENTAZIONE
  3. INFORMAZIONE
  4. FORMAZIONE
  5. ORGANIZZAZIONE LOGISTICA E COLLEGAMENTO
  6. PROMOZIONE DEL VOLONTARIATO E DELLA CULTURA DELLA SOLIDARIETA'

In queste sei aree di servizio sono presenti, trasversalmente, i quattro settori di attività ai quali fanno riferimento le molteplici esperienze di azione volontaria così individuati:

  1. SOCIALE
  2. CULTURALE
  3. DIRITTI CIVILI
  4. AMBIENTE/PROTEZIONE CIVILE

Articolazione del Portafoglio
Servizi del Centro
4-AREA DI SERVIZIO CONSULENZA E ASSISTENZA

  1. CONSULENZA GIURIDICA e LEGALE :
    Funzionalità del servizio: consulenza finalizzata alla costituzione e al funzionamento delle organizzazioni di volontariato; consulenza sulla legislazione europea, nazionale e regionale in materia; sulle convenzioni e sui rapporti in genere con Enti Pubblici ed Enti Locali;
  2. CONSULENZA e ASSISTENZA FISCALE:
    Funzionalità del servizio: consulenza fiscale, aiuto e assistenza alla compilazione e stesura di bilanci e atti amministrativi;
  3. CONSULENZA TECNICO - ORGANIZZATIVA:
    Funzionalità del servizio: consulenza su organizzazione, sviluppo e consolidamento delle organizzazioni di volontariato;
  4. CONSULENZA FINANZIARIA:
    Funzionalità del servizio: consulenza e informazione - formazione su finanziamento ed autofinanziamento e sulle possibilità e modalità di finanziamento pubblico e privato;
  5. CONSULENZA DEL LAVORO:
    Funzionalità del servizio: consulenza del lavoro per le organizzazioni di volontariato che al loro interno annoverano personale dipendente o in convenzione o in rapporto di collaborazione coordinata e continuativa;
  6. CONSULENZA UNIONE EUROPEA:
    Funzionalità del servizio: consulenza e informazione - formazione sui programmi e sui fondi della Commissione Europea;
  7. CONSULENZA PER LA PROGETTAZIONE/ASSISTENZA PER LA REALIZZAZIONE DI ATTIVITA':
    Funzionalità del servizio: consulenza per la stesura di progetti e programmi, valutazione di progetti e programmi, aiuto alla realizzazione di progetti, programmi e iniziative promosse dalle organizzazioni di volontariato anche in collegamento con gli Enti Locali e le PP.AA.

5-AREA DI SERVIZIO RICERCHE, STUDI E DOCUMENTAZIONE

  1. RICERCHE, STUDI E DOCUMENTAZIONE:
    Funzionalità del servizio: Documentazione, ricerche e studi sui vari settori di intervento delle associazioni di volontariato (documentazione generica e di settore, ricerche sui campi di intervento del volontariato, indagini conoscitive, pubblicazioni,...)
  2. CONSULENZA e ASSISTENZA PER STUDI E RICERCHE:
    Funzionalità del servizio: Consulenza ed Assistenza ad organizzazioni di volontariato e singoli volontari e/o cittadini che intendono promuovere autonomamente studi, ricerche, tesi di laurea, indagini conoscitive, ...sul volontariato e sul Terzo Settore;
  3. COLLABORAZIONI PER STUDI E RICERCHE:
    Funzionalità del servizio: Collaborazione con Istituti di Ricerca, Università, Scuole di Specializzazione, Fondazioni, Centri Studi e Centri di Documentazione, Biblioteche ed organismi culturali per indagini, ricerche, studi e documentazione inerenti il volontariato e il Terzo Settore;
  4. BANCA DATI:
    Funzionalità del servizio: Banca Dati sulle organizzazioni di volontariato operanti in Italia e su organismi locali, nazionali e internazionali del Terzo Settore (Associazionismo, Volontariato e Cooperazione). Informazione su settori di attività, consistenza, esperienze, possibili scambi di esperienze, collaborazioni...
  5. COLLEGAMENTO CON BANCHE -  DATI E CENTRI DI DOCUMENTAZIONE:
    Funzionalità del servizio: Collegamento operativo con CENTRI DI DOCUMENTAZIONE, BANCHE DATI e SPORTELLI INFORMATIVI sui temi dell'emarginazione, sulle politiche sociali, sul volontariato e sul Terzo Settore attivi e operanti in Italia e all'estero;
  6. BIBLIOTECA:
    Funzionalità del servizio: Biblioteca delle principali pubblicazioni riguardanti il volontariato e il Terzo Settore con sala di lettura e servizio di prestito domiciliare;
  7. EMEROTECA:
    Funzionalità del servizio: emeroteca delle pubblicazioni periodiche riguardanti il volontariato e/o edite dal centro o da organizzazioni di volontariato e da organismi del Terzo Settore, con sala di lettura e servizio fotocopie;
  8. VIDEOTECA:
    Funzionalità del servizio: Videocassette e CD ROM inerenti la solidarietà e le tematiche affini, con servizio di prestito per dibattiti, incontri, corsi di formazione, conferenze... ;

6-AREA DI SERVIZIO INFORMAZIONE

INFORMAZIONE SOCIALE, AGGIORNAMENTO e APPROFONDIMENTO
Funzionalità del servizio: Informazione, aggiornamento e approfondimento su temi e avvenimenti sociali, dibattiti di alto ritorno, appuntamenti e iniziative promossi dal volontariato, attività delle organizzazioni di volontariato tramite strumenti operativi ad esempio:

7-AREA DI SERVIZIO FORMAZIONE

  1. FORMAZIONE - AGGIORNAMENTO DEI QUADRI:
    Funzionalità del servizio: attività di aggiornamento e formazione finalizzata all'acquisizione di specifiche competenze da parte di chi ricopre cariche sociali all'interno delle organizzazioni di volontariato (quadri dirigenti);
  2. FORMAZIONE DI FORMATORI:
    Funzionalità del servizio: Formazione specialistica per Formatori segnalati e selezionati dalle e tra le organizzazioni di volontariato e tra gli organismi del Terzo Settore finalizzata all'istituzione di una Scuola permanente di Formazione per volontari;

8-AREA DI SERVIZIO ORGANIZZAZIONE LOGISTICA E COLLEGAMENTO

  1. SUPPORTO LOGISTICO - ORGANIZZATIVO:
    Funzionalità del servizio: CONSULENZA e ASSISTENZA per la realizzazione di convegni, stage, seminari, conferenze, incontri, dibattiti... da parte delle organizzazioni di volontariato;
  2. COLLEGAMENTO TRA LE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO
    Funzionalità del servizio: offerta di opportunità è di incontro, conoscenza e collaborazione tra organizzazioni di volontariato al fine di attivare intese operative e progetti condivisi;
  3. CONVENZIONI:
    Funzionalità del servizio: stipula di convenzioni/accordi/intese a favore delle organizzazioni di volontariato per l'utilizzo di locali, per servizi tipografici, informatici, editoriali...

9-AREA DI SERVIZIO PROMOZIONE DEL VOLONTARIATO E DELLA CULTURA DELLA SOLIDARIETA'

  1. FORMAZIONE ALLA CULTURA DELLA SOLIDARIETA':
    Funzionalità del servizio: informazione - conoscenza sulle attività di carattere locale, nazionale e internazionale delle organizzazioni di volontariato, informazione - conoscenza dei diversi settori di intervento (analisi dei bisogni, attività sperimentali, attività di formazione,...)
  2. PROMOZIONE DELLA CULTURA DELLA SOLIDARIETA':
    Funzionalità del servizio: promozione e offerta di opportunità di incontri, dibattiti, seminari finalizzati alla promozione della cultura della solidarietà nelle scuole di ogni ordine e grado, nelle associazioni, nei gruppi, presso parrocchie, oratori, circoli culturali... per incentivare soprattutto le giovani generazioni a scelte solidaristiche;
  3. SERVIZIO DI DOMANDA - OFFERTA:
    Funzionalità del servizio:
    - orientamento, consulenza e assistenza per i cittadini che chiedono di vivere esperienze di volontariato;
    - offerta di servizio di volontariato presso organizzazioni disponibili all'inserimento di nuovi soci; - ricerca di volontari per organizzazioni di volontariato che ne abbisognano
    - collegamento e collaborazione con le Banche del Tempo già operative sul territorio nazionale e regionale.
  4. SPAZIO INTERASSOCIATIVO:
    Funzionalità del servizio: spazio fisico (e spazio Web) a disposizione delle organizzazioni di volontariato per presentare le proprie attività i propri progetti, ... e per incontri e scambi tra organizzazioni di volontariato.

10- il centro istituirà un INFO POINT, con il servizio di front-office con le seguenti funzioni:

Raccoglie i dati relativi ad ogni richiesta ed esigenza;
Da informazioni e indicazioni già in loro possesso;
Convogli nella struttura Centrale le richieste di consulenza;
Attiva le risorse territoriali a favore delle esigenze che insorgeranno;
Predispone il calendario degli appuntamenti per i consulenti/esperti richiesti dagli utenti;
Contribuisce all'aggiornamento continuo della banca dati e del centro di documentazione;
Svolge attività di promozione e di animazione del territorio;
Funge da struttura di riferimento per iniziative e attività promosse dal volontariato;
Attiva collaborazioni operative con Istituzioni pubbliche, Enti Locali, Scuole di ogni ordine e grado ed altri organismi pubblici e privati per intraprendere iniziative di solidarietà e per promuovere e diffondere cultura e atteggiamenti solidali.

11-I SERVIZI TELEMATICI
Per l'erogazione dei servizi il centro è attivo su:
Quattro servizi e sono;

  1. Centro di Documentazione:
    possono essere consultate leggi e disposizioni in materia di volontariato, studi e ricerche, indagini conoscitive, sondaggi, pubblicazioni e riviste edite dal volontariato e sul volontariato;
  2. Banca Dati:
    il centro dispone di una Banca Dati aggiornata sulle organizzazioni di volontariato operanti in ITALIA. E' possibile accedervi per denominazione, per città, per settore di attività e per codice identificativo.
  3. Posta Elettronica:
    e' lo strumento che permette una comunicazione bidirezionale diretta ed immediata con le organizzazioni di volontariato, le Istituzioni, i singoli cittadini. Tutti i servizi del centro dispongono di una casella di posta elettronica personalizzata.
  4. Messaggeria:
    spazio telematico a disposizione di chiunque intenda inviare messaggi, offrire consigli, suggerimenti, proposte.

le vostre osservazioni e segnalazioni sui nostri servizi saranno da noi utilizzate per migliorare il servizio offerto